Carlo d'Inghilterra, videomessaggio a Pitti Uomo

foto Agenzia Dire

Il principe: "Molto felice che oltre cento imprese del Regno Unito si sentano di casa a Firenze". Dieci anni fa ha lanciato Campaign for wool, l'iniziativa per tutelare gli allevatori di pecore e sensibilizzare sulla compatibilità ambientale delle produzioni di lana


(DIRE) Firenze, 7 gen. - "Mi è ancora più chiaro adesso che i materiali naturali, non provenienti da combustibili fossili, non infiammabili e naturalmente bio-degradabili, hanno un ruolo importante da giocare nell'enorme sfida del cambiamento climatico". Lo afferma in un videomessaggio, proiettato durante la cerimonia di inaugurazione della 97esima edizione di Pitti Immagine Uomo, il principe del Galles Carlo d'Inghilterra che dieci anni fa ha lanciato Campaign for wool, l'iniziativa per tutelare gli allevatori di pecore e sensibilizzare sulla compatibilità ambientale delle produzioni di lana. "Sono molto contento - aggiunge - che il messaggio dell'inerente sostenibilità della lana verrà celebrato nei prossimi giorni. E che in tutti i suoi usi finali la lana verrà messa in evidenza come fibra di scelta ecologica".

Il principe Carlo si dice "particolarmente felice di sapere che più di 100 importanti aziende britanniche nel campo della moda maschile continuano, ogni stagione, a sentirsi di casa a Pitti Uomo, e che molti di loro si uniranno ai loro colleghi italiani nel celebrare la sostenibilità della lana al British Institute più tardi durante questa settimana". Ad avviso dell'erede al trono di Inghilterra "è veramente più che incoraggiante sapere che l'Istituto britannico e Pitti Immagine si uniscano facendo causa comune a questa maniera".

(Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze