Capodanno fiorentino: festa in piazza per ì Biancone, la Fontana del Nettuno

Il Capodanno fiorentino ricorda che l’anno civile a Firenze, fino al 1750, iniziava il 25 marzo


Giornata speciale per Firenze,oggi ricorre la storica tradizione del Capodanno fiorentino, e stasera sarà presentato al pubblico il restauro della Fontana del Nettuno.
  Il Capodanno fiorentino ricorda che l’anno civile a Firenze, fino al 1750, iniziava il 25 marzo, per la festa dell’Annunciazione, posta proprio in corrispondenza del nono mese antecedente il Natale. Il capodanno restò ufficiale anche dopo l’introduzione del calendario Gregoriano (1582), fino a quando il Granduca Francesco III non lo portò al 1 gennaio.

 Ogni anno Firenze ricorda il Capodanno con la sfilata del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina che dal Palagio di Parte Guelfa raggiunge la Basilica della Santissima Annunziata per deporre un omaggio di gigli bianchi. 

La Fontana del Nettuno, amichevolmente detta il Biancone, viene oggi restituita allo sguardo degli amanti del bello dopo un lungo restauro iniziato nel 2017. Un monumento in marmo voluto dal Granduca Cosimo I nel 1559, costruito da Bartolomeo Ammannati, e completato con un corteo di statue in bronzo.

In occasione della presentazione del restauro si terrà un evento pubblico a cura del Teatro del Maggio Musicale, con inizio alle 20,30 in piazza Signoria e si articolerà in uno spettacolo di teatro, acrobazie, immagini, suoni e luci.

Nel pomeriggio si terrà la rievocazione storica legata al Capodanno fiorentino con la sfilata del Corteo Storico che partirà alle 15.15 da Palagio di Parte Guelfa e raggiungerà la Basilica della Santissima Annunziata dove si terrà una cerimonia celebrativa.

Redazione Nove da Firenze