Rubrica — LifeStyle

Campionato della bugia, a Giorgio Tosco la selezione fiorentina

Con il suo racconto sui cinghiali intelligenti ha prevalso tra 13 concorrenti. Finale nazionale il 4 agosto a Le Piastre, frazione di Pistoia


Alla terza edizione della selezione fiorentina del Campionato italiano della bugia trionfa Giorgio Tosco. Genovese ma abitante a Firenze da anni, laureato alla scuola Normale di Pisa e politico iscritto a Volt. Il suo racconto ha riguardato tre cinghiali particolarmente intelligenti, incontrati in altrettanti luoghi diversi durante le sue scampagnate: «Il primo – ha spiegato- per attraversare la strada si è messo in attesa a fianco delle strisce pedonali e solo quando non passavano automobili ha percorso la carreggiata. Il secondo ancora meglio: ero nei boschi di Firenze e l’ho visto che provava a schiacciare con il muso il pulsante per far scattare il verde al semaforo. Ma il terzo non lo batte nessuno; sono solito andare nei boschi di Poggibonsi con la mia Mountainbike. Una volta mi sono fermato per riposare e ho appoggiato il mezzo a un albero. A un certo punto ho visto il cinghiale allontanarsi in sella alla mia biciletta. Probabilmente lo ha fatto per non inquinare da vero ungulato ecologico, ma se lo vedete, potreste chiedergli di rendermi la bici?».

Sarà lui, quindi, a rappresentare Firenze il prossimo 4 agosto, durante il 43° Campionato Italiano della Bugia che si terrà nel consueto palcoscenico di piazza della Chiesa di Le Piastre, ridente frazione di Pistoia. Tosco ha avuto la meglio sui 13 concorrenti in gara. 

Secondo si è classificato Niccolò Garbarino che ha raccontato una frottola sulla neve caduta negli ultimi giorni con questi freddi quaranta gradi. Sul terzo gradino del podio il duo composto dalla campionessa uscente Rachele Ignesti e da Diletta Ferrini (mamma e figlia), capace di imporsi nella categoria Under 14, in ex aequo al duo Federico & Cesare

La serata, co-organizzata dall’associazione “Pinocchio a casa sua” è servita per sostenere l’attività dei clown in corsia “M’illumino d’immenso”, con una raccolta fondi di oltre 1500 euro. I vincitori sono stati scelti dai rappresentanti dell’Accademia della Bugia di Le Piastre e dall’associazione “Pinocchio a i’ Pinocchio” di San Miniato Basso. Da sottolineare la presenza dell’artista sestese Paolo Graziani che nell’occasione ha voluto donare una propria incisione “pinocchiesca” all’associazione sestese co-organizzatrice della serata.

Redazione Nove da Firenze