Caccia: preapertura il 2 settembre

Ecco come provincia per provincia. Pistoia: domenica la Sagra Venatoria


FIRENZE– Apertura anticipata della caccia da appostamento autorizzata in Toscana il 2 settembre dalle 6 alle 19. Lo stabilisce una delibera portata ieri all'approvazione della giunta regionale dall'assessore all'agricoltura, foreste, caccia e pesca, Marco Remaschi. Ecco le prescrizioni delle delibera con le specie consentite provincia per provincia.

Provincia di Arezzo - tortora (Streptophelia turtur), colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia su tutto il territorio a caccia programmata e nelle Aziende Faunistico

Venatorie, con l'esclusione delle aree boscate. Nelle aree boscate l'attività venatoria potrà essere

effettuata solo da appostamento fisso;

Provincia di Firenze - tortora, colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia;

Provincia di Grosseto - tortora, colombaccio, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia;

Provincia di Livorno - tortora, colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia ed esclusivamente da appostamento fisso nei laghi artificiali e nelle superfici allagate artificialmente, alzavola, germano reale e marzaiola solo sul territorio a caccia programmata del sottoambito LI9 (ex ATC LI 9);

Provincia di Lucca- tortora, colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia ed

esclusivamente da appostamento fisso nei laghi artificiali e nelle superfici allagate

artificialmente, alzavola, germano reale e marzaiola;

Provincia di Massa-Carrara- tortora, colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia;

Provincia di Pisa - tortora, colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia ed

esclusivamente da appostamento fisso nei laghi artificiali e nelle superfici allagate

artificialmente, alzavola e germano reale;

Provincia di Pistoia - tortora, colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia ed esclusivamente da appostamento fisso nei laghi artificiali e nelle superfici allagate artificialmente, alzavola, germano reale e marzaiola;

Provincia di Prato - tortora, colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia;

Provincia di Siena - tortora, colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia

su tutto il territorio provinciale con l'esclusione delle aree boscate, costituite

da almeno un ettaro di superficie, di larghezza non inferiore a metri 50, non interrotte da

coltivazioni o corsi d'acqua. In tali aree boscate l'attività venatoria potrà essere esercitata solo da

appostamento fisso.

Sono state inoltre approvate le delibere che disciplinano la mobilità venatoria dei cacciatori toscani e gli accordi di reciprocità e interscambio della Toscana con le Regioni Lazio e Umbria. Infine è stata integrata una precedente delibera (delibera 780/2015) che consente il prelievo in deroga di storno e piccione. Ai territori già autorizzati nella precedente delibera si aggiungono ora i comuni di Piombino e Suvereto in provincia di Livorno per la specie piccione (columba livia varietà domestica) e per la specie storno (Sturnus vulgaris) il Comune di Fucecchio in Provincia di Firenze e iComuni di Altopascio e Porcari in Provincia di Lucca.

Domenica prossima 30 agosto 2015 si terrà al Parco della Rana, a Pistoia, la 47° edizione della Sagra Venatoria, manifestazione organizzata come ogni anno da Federcaccia Toscana sezione comunale di Pistoia. Un modo di ritrovarsi per cacciatori, simpatizzanti, amanti della natura e semplici visitatori. Un modo di far conoscere e apprezzare a grandi e piccini la caccia, che spesso non è apprezzata proprio perché non è abbastanza conosciuta. Sono numerose le iniziative in cartellone, che cercheranno di accontentare tutti i gusti. L’“ouverture” sarà dedicata alla suggestiva “Gara canora di uccelli silvani”: iscrizioni dalle ore 5.30 alle 6.30 del mattino, 3 euro di quota a soggetto. Per le categorie tordo bottaccio, tordo sassello, merlo, fringuello, passero e allodola premi, intesi come rimborso spese e attestato, ai primi 6 classificati. Per la cesena, riconoscimenti ai primi tre classificati. La cerimonia di premiazione è prevista alle 10.30. Ma durante la sagra ci si potrà divertire in molti altri modi: sono previsti, tra l’altro, una prova di lavoro con cani da caccia e una di tiro con l’arco; esercitazioni a cavallo; l’esibizione di un falconiere e di richiami per varie tipologie di uccelli (il cosiddetto chioccolatore), per finire con una fiera-mercato (esposizione e vendita di prodotti tipici, abbigliamento, ecc.). Non mancherà una ricca la lotteria: con soli 2 euro a biglietto si può vincere quale primo premio due buoni acquisto, entrambi del valore di 150 euro, da spendere all’Armeria Innocenti e all’Armeria Country Sport, come secondo un buono acquisto di 80 euro al supermercato Esselunga e così via (terzo premio da 70 euro 2 sedute nel centro benessere Essenza del Corpo in Via Salutati, quarto buono-cena da 60 euro per due persone al Ristorante Il Giardino, quinto buono acquisto benzina al distributore Total Erg di Andrea Uggiosi in Via Fiorentina). I nominativi dei vincitori si potranno trovare da giovedì 3 settembre sul sito internet di Federcaccia e sui mezzi di informazione locali. Per ulteriori informazioni o acquistare i tagliandi della lotteria (che saranno venduti anche nel corso della sagra) è possibile telefonare alla sede, posta in Corso Gramsci 77 a Pistoia (0573/20773). Questi gli orari di apertura degli uffici sino al prossimo 18 settembre: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 13 e dalle 15 alle 18, il sabato dalle 8 alle 13.

Redazione Nove da Firenze