Firenze, arrestati due borseggiatori seriali

A Sollicciano un 25enne marocchino e un 38enne tunisino, entrambi irregolari. La Polizia municipale ha avuto spesso a che fare con loro. Antiabusivismo, sequestrati 2352 articoli in una settimana


Nel mese di marzo in via Nazionale avevano rubato un telefonino cellulare ad una turista venendo subito fermati da una pattuglia della Polizia Municipale che riuscì a recuperare la refurtiva ed a restituirla alla proprietaria. Per sfuggire al controllo i due ladri però iniziarono a colpire gli agenti riuscendo a fuggire. Stessa scena qualche settimana dopo in via Alamanni: il 17 aprile, infatti, i due borseggiatori hanno portato a segno un altro colpo riuscendo ancora a sfilare un telefonino cellulare dallo zaino di una coppia di turisti. In quella circostanza intervenne la Polizia Ferroviaria ma i due ladri, dopo aver gettato la refurtiva a terra, riuscirono nuovamente a fuggire.

Il 19 aprile terzo colpo: in piazza Stazione viene rapinata del portafogli una 66enne fiorentina. Ad intervenire questa volta fu una pattuglia in abiti civili della Polizia Municipale appartenente al Reparto Antidegrado che riuscì a bloccarli entrambi.

Si trattava di un 25enne marocchino e di un 38enne tunisino non in regola con le leggi sull’immigrazione e noti alle forze dell’ordine sempre per reati di furto con destrezza e rapina. I due vennero arrestati e portati a Sollicciano. L’8 maggio scorso si è svolta l’udienza per il furto del 19 aprile ed il giudice ha deciso per la scarcerazione del marocchino mentre il tunisino è ancora in carcere per scontare la pena di un altro reato.

La settimana scorsa il giudice per le indagini preliminari ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare anche nei confronti del marocchino che, appunto, si trovava in stato di libertà. A dare seguito all’ordinanza è stata una pattuglia dell’investigativa della Polizia Municipale; giovedì scorso gli agenti infatti lo hanno rintracciato sempre in zona Stazione. Per l’uomo sono quindi scattate le manette e per lui si sono aperti i cancelli di Sollicciano dove è stato nuovamente introdotto. I due adesso dovranno rimanere in carcere fino a nuova disposizione del giudice. 

Sempre per quanto riguarda i vigili, raffica di sequestri da parte della Polizia Municipale col Reparto Antidegrado durante i controlli antiabusivismo effettuati nel centro storico la scorsa settimana. Nelle mani degli agenti sono finiti, complessivamente, 2.352 articoli, soprattutto pezzi di bigiotteria, confiscati in via dell’Ariento, piazza San Giovanni e via Tornabuoni nel corso di 78 interventi. Nel solo fine settimana sono stati sequestrati ben 445 oggetti. Tre gli abusivi colti nel vendere la propria merce ai quali sono stati sequestrati 240 oggetti in totale e che dovranno pagare un verbale da 5.000 euro ai sensi della Legge Regionale sul Commercio. Uno di loro, un 27enne senegalese, è stato denunciato perché irregolare sul territorio italiano. Nessun oggetto contraffatto è stato sequestrato nel corso delle operazioni.

Redazione Nove da Firenze