"Blocco licenze, bene la proroga nel centro Unesco"

Confartigianato Firenze valuta positivamente l'ipotesi del prolungamento. Ferretti: “Lo stop divenga permanente, serve a far aumentare le botteghe artigiane”


Abbiamo condiviso il blocco delle licenze nel centro Unesco di Firenze perché in questi 3 anni ha portato più artigiani, soprattutto nel quartiere dell’Oltrarno. Confidiamo in una nuova proroga che poi prenda la strada del definitivo stop." Così Jacopo Ferretti, segretario generale di Confartigianato Firenze, sull'ipotesi di prolungamento del blocco delle licenze commerciali nel centro Unesco di Firenze.

"Del resto - spiega Ferretti - il numero di bar, pizzerie, ristoranti, trattorie e esercizi di somministrazione di cibi e bevande nel centro di Firenze è tale da poter soddisfare tranquillamente la domanda sia dei turisti che dei residenti, mentre i nostri quartieri negli anni passati avevano cambiato faccia proprio per l’abbandono da parte degli artigiani soffocati da affitti sempre più esosi. Riportare le botteghe artigiane nel centro storico, come sta accadendo in Oltrarno non significa solo difendere la storia di Firenze ma anche garantirle un futuro fatto sì di turisti ma anche di famiglie residenti che possano trovare sotto casa i servizi di cui hanno necessità garantiti anche dai nostri artigiani”. Conclude il segretario generale di Confartigianato Firenze.

Redazione Nove da Firenze