Bazar della droga in garage, due arresti a Prato

Due diciottenni nei guai per spaccio di sostanze stupefacenti. Ai carabinieri erano giunte segnalazioni su uno strano e continuo 'via vai' di persone. I ragazzi hanno cercato di fuggire ma sono stati bloccati


Prosegue l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Prato quotidianamente impegnati nel controllo del territorio finalizzato a garantire sicurezza e rispetto della legalità. E nel mirino dell’Arma c’è sempre la lotta alla droga. In tale contesto, un’altra importante attività è stata condotta nella nottata dai militari della Sezione Radiomobile che ieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 18enne pratese ed un suo coetaneo del Bangladesh, ritenuti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ai Militari dell’Arma è giunta più di una segnalazione su uno strano via vai da un garage di via Santa Gonda, nella palazzina di un condominio. I Carabinieri hanno così avviato attività di osservazione e sono intervenuti all’interno del garage. Alla loro vista i due ragazzi hanno tentato di darsi alla fuga ma sono stati bloccati dai militari. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti e sequestrati anche 20 grammi di hashish, un bilancino di precisione nonché materiale per il confezionamento e suddivisione delle dosi.

I due uomini sono stati arrestati e posti ai domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria pratese, in attesa di giudizio direttissimo.

Un altro arresto nel Pratese. E’ stato notato mentre cedeva ad altro giovane un involucro poi risultato essere una dose di cocaina. Questo l’esito dell’attività condotta dai Carabinieri di Montemurlo che con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti hanno arrestato un marocchino 44enne senza fissa dimora. I militari, impegnati in un servizio di controllo del territorio in abiti civili nei pressi della pista ciclabile di Prato, all’altezza di viale Europa, notavano uno scambio sospetto tra due giovani che a questo punto venivano immediatamente raggiunti e fermati. I militari accertavano quindi che lo scambio notato poco prima concerneva la cessione di una dose di cocaina che il 44enne aveva fatto a favore di un giovane pratese. Il pusher è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Tenenza di Montemurlo in attesa di giudizio direttissimo mentre l’acquirente è stato segnalato alla Prefettura di Prato quale assuntore di stupefacenti per i conseguenti provvedimenti amministrativi.

Redazione Nove da Firenze