La danza, a Firenze, è più viva che mai

Inizia lunedì 1 luglio “Parco Danza Villa Strozzi”: il programma di eventi e spettacoli di danza creato da Opus Ballet, Compagnia Simona Bucci, Versiliadanza che andranno in scena negli spazi all'aperto di Villa Strozzi


DANZA — Firenze, che rischia di essere privata del suo corpo di ballo, può ancora godere di bella danza. L'opportunità le viene data da tre delle più importanti realtà di danza cittadine – Opus Ballet, Compagnia Simona Bucci, Versiliadanza – che, in occasione dell'Estate Fiorentina 2013, hanno unito le forze per confezionare un programma bello e interessante che animerà uno spazio che negli anni si è affermato come il punto di riferimento degli spettacoli estivi a Firenze: gli spazi all'aperto di Villa Strozzi. In un periodo di crisi economica e culturale, queste tre “colonne” della danza fiorentina dimostrano che l'unione è l'unica azione efficace per poterne contrastare gli effetti.

É con questo spirito che nasce “Parco Danza Villa Strozzi”, un programma di eventi e spettacoli messo insieme per creare opportunità piacevoli di incontro, riflessione e condivisione con la cultura coreografica e i valori della danza.

Dal 1 al 5 luglio si tiene la programmazione curata dall'Opus Ballet, diretto da Rosanna Brocanello e Daniel Tinazzi: “Crossroads, incorci di danza”, giunto alla sua IX edizione; 5 serate molto variegate di eventi che prenderanno vita in quella splendida cornice che è l’Anfiteatro della Limonaia, il teatro all'aperto di Villa Strozzi.

La serata di apertura di lunedì 1 luglio, che dà il via a tutto il programma di “Parco Danza”, è un vero e proprio evento, davvero irripetibile, che porterà a Firenze alcuni tra i nomi più importanti della danza; una serata interamente dedicata alla grandissima critica e giornalista di danza Vittoria Ottolenghi, recentemente scomparsa: la “Signora della danza italiana” che ha dato tantissimo alla danza, anche a quella Toscana. Si parte alle ore 19.00 con un incontro in Limonaia a cui prenderanno parte, oltre alla figlia della Sig.ra Ottolenghi, Beatrice Corsini, grandissime personalità del mondo della danza (come Luciana Savignano, Elisabetta Terabust, Micha Van Hoecke) e delle istituzioni culturali (come Patrizia Coletta, Riccardo Ventrella, Maurizia Settembri), per ripercorrere le tappe più importanti di una carriera costellata di successi.

A seguire, un Gala di danza (alle ore 21.30), vedrà sulla scena compagnie (tra cui Opus Ballet) e danzatori di fama (come l'étoile Giuseppe Picone), per rendere omaggio alla grande critica e giornalista.

La programmazione dell'Opus Ballet continua martedì 2 luglio con Visioni Urbane, un evento che strizza l'occhio alle nuove forme comunicative scelte dai giovani di oggi: Hip Hop, musica e contaminazioni, ricerca contemporanea sul movimento e linguaggi innovativi delle nuove generazioni, con coreografie di Lisa Brasile, Endro Bartoli, Marisa Ragazzo, Omid Ighani, Elisa Balugani.

Mercoledì 3, poi, è la volta de Il Lago dei Cigni interpretato dalla Compagnia Opus Ballet e creato da Loris Petrillo, sulle musiche indimenticabili di Čajkovskij; un Lago indagato attraverso la danza contemporanea, alla riscoperta del suo nucleo originale, dando vita a una danza concreta e fisica, dove ciò che spinge l’azione è il movimento istintivo e puro.

Giovedì 4 luglio, alle ore 21.30, con la vetrina per le scuole di danza In.CON.tra Danza, ecco l'occasione per i giovani e giovanissimi studenti di danza per conoscersi e farsi conoscere. Le migliori scuole toscane e d’Italia e gli insegnanti, mostrano il risultato di un impegno costante sul palcoscenico dell'Anfiteatro della Limonaia.

Venerdì 5 luglio, alle ore 21.30 è la volta di Danza e nuovi autori, aperto a giovani, artisti emergenti e nuove proposte coreografiche, in Prima o anteprima, oltre ai migliori partecipanti al XIII Stage Internazionale di danza.

Gli spettacoli curati dalla Compagnia Simona Bucci, diretta da Simona Bucci, invece, reanderanno ancora più poetico l'Anfiteatro della Limonaia il 10 e il 16 luglio, alle 21.30. Martedì 10 luglio spazio ad Au-DelàSerata dedicata alle giovani creazioni, in cui i coreografi Roberto Lori, Michela Paoloni, Françoise Parlanti e Samantha Bertoldi ci faranno sognare, trasportandoci nel mondo creato dalle loro 3 creazioni. Per Vorticando, di R. Lori, la fonte di ispirazione è il romanzo Carlone di Bigiaretti, utilizzato per indagare e reinterpretare, in chiave contemporanea, alcuni momenti salienti della vita nelle campagne marchigiane durante il periodo tra le due guerre. Con Ultima Fiaba, M. Paoloni porta in scena un racconto a due voci, attraverso il quale i corpi dei danzatori narrano una storia diversa, una fiaba che sembra aver perso delle pagine, che non ha inizio né fine. Concludono la serata F. Parlanti e S. Bertoldi con Sylenthesis, in cui musica e danza si fondono riempiendo gli spazi di infinite immagini ed emozioni, dove ognuno può sentirsi libero di farne una propria e inequivocabile esperienza emotiva.

Martedì 16 luglio, invece, sarà la volta di due classici dell'antichità, che rivivranno, dalle 21.30, all'Anfiteatro della Limonaia. L'episodio biblico di Giuditta e Oloferne è infatti il soggetto dell'omonima creazione di Simona Bucci - della quale andranno in scena degli estratti - che risente del fascino della figura di Giuditta che, per Simona Bucci, rappresenta uno dei “simboli del possibile”. La serata continua con la mitologia, grazie alla rievocazione dell'episodio di Orfeo & Euridice del quale il coreografo, Vincenzo Bellini, porta in scena una rivisitazione attualizzata; la straziante vicenda dei due innamorati raccontata da Ovidio viene rievocata attraverso un doppio corto circuito: musica/movimento e danza/contenuto.

Dal 17 luglio è invece la volta della compagnia Versiliadanza, diretta da Angela Torriani Evangelisti. Mercoledì 17 luglio, alle ore 21.30, spazio alle Zone interattive: il gruppo CLAK, nato nel 2012 in seno a Versiliadanza e naturale evoluzione del lavoro del giovane coreografo Leonardo Diana, apre la programmazione con un percorso itinerante nei vari spazi della Villa, di forte impronta innovativa e interdisciplinare, che unisce danza, video e musica dal vivo.

Martedì 23 luglio, alle ore 21.30, l'O.FFICINA, in coproduzione con MAKTUB NOIR, presentano Off Studio, la seconda tappa (dopo la prima al Festival Fabbrica Europa 2013) di avvicinamento al progetto che sarà realizzato nella sua forma definitiva nel gennaio 2014 nell’ambito della Stagione teatrale 2013 - ‘14 del Teatro Cantiere Florida, e che andrà in scena con la presenza degli artisti e autori Samuele Cardini, Monica Baroni, Tan Temel, Pietro Pireddu.

Lunedì 29 luglio, alle ore 21.30 protagonista la formazione con Highflow #1: una serata di danza contemporanea affidata al coreografo Paolo Mereu; uno sguardo rivolto all’alta formazione con gli allievi dei corsi professionali dell’Accademia Internazionale Coreutica (Ente di Alto Perfezionamento nelle Arti della Danza) di Elisabetta Hertel.

La programmazione di “Parco Danza Villa Strozzi” si conclude domenica 15 settembre alle ore 21.30 al Teatro Cantiere Florida – Via Pisana 111 con Il Fiore del Dolore, reading coreografico dedicato alla figura di Don Puglisi, a vent'anni dalla morte, e al poeta fiorentino Mario Luzi, autore del testo teatrale Il Fiore del Dolore. Una serata nata nell'ottica di offrire alle giovani generazioni una riflessione sui temi più scottanti della nostra storia, nonché un percorso di tutoraggio e formazione.

Un programma davvero bello e variegato, per rivivere, nel periodo estivo, uno dei luoghi più belli di Firenze.



“Parco Danza Villa Strozzi”, 1 luglio/ 15 settembre, Firenze, Teatro Villa Strozzi – Via Pisana 77


Orari:

lunedì 1 luglio dalle ore 19.00 - tutti gli altri spettacoli alle ore 21.00


Biglietti:

Biglietto unico - 12 euro
Opus Card (5 spettacoli dal 1 al 5 luglio) – 40 euro
Compagnia Simona Bucci - 2 spettacoli (10 e 16 luglio) – 18 euro
Versiliadanza - 4 spettacoli (17, 23, 29 luglio e 15 settembre) – 40 euro



In caso di maltempo, gli eventi si terranno al Teatro Cantiere Florida – Via Pisana 111/r Firenze

Valentina Passaro

Redazione Nove da Firenze