Iniziano le feste d'estate: la rassegna di giugno in Toscana

Viareggo, Pisa, Sarteano, Foiano, da giochi sull'acqua a manifestazioni tradizionali, feste country e Carnevale sotto le stelle


EVENTI — L'estate è finalmente arrivata e con il caldo e il sole anche un ricchissimo panorama di eventi e manifestazioni disseminati un po' in tutta la regione tra giochi di luce sull'acqua fino a feste country. Ce n'è per tutti i gusti, allegria e divertimento saranno gli ingredienti ricorrenti.

Sabato 15 giugno Viareggio festeggia la Bandiera Blu 3000 Palloncini, Musica e Animazione per celebrare la Bandiera Blu 2013.Grazie a Rete Imprese Balneari, Rete Imprese Commercianti Viareggio e Versilia - Ascom, Associazione Albergatori e Navigo, con la coordinazione dell’Ufficio Turismo del Comune, Viareggio festeggerà il prezioso riconoscimento internazionale trasformando già da venerdì pomeriggio l’intera Passeggiata in una grande festa a cielo aperto,addobbata per l’occasione con 3000 palloncini blu.
La cerimonia avrà inizio alle 18 con Piazza Puccini in Musica e la sfilata in direzioneLungomolo sulle melodie della Filarmonica Versilia. Intorno alle 18.30 sarà laCapitaneria di Porto di Viareggio, accompagnata dalle note della Corale GiacomoPuccini, a issare la Bandiera Blu.

Bastano due giorni di full-immersion a Pisa per scoprirne i suoi segreti e il momento migliore è Giugno quando in città si concentrano gli appuntamenti del “Giugno Pisano”: dalla Luminara al Palio di San Ranieri fino al Gioco del Ponte per poi concludersi con appuntamenti d’autore, soprattutto con l’arte.
Il Giugno Pisano è un mese ricco di rievocazioni storiche, manifestazioni, concerti, feste in piazza ed iniziative culturali per festeggiare le antichissime tradizioni della città di Pisa, una città che mantiene vive le sue tradizioni pur restando fortemente connessa alla contemporaneità, come dimostrano le mostre d’arte e la ricca stagione teatrale che anima tutto l’anno.

Da venerdì 14 Sarteano sarà un po' città western e un po' villaggio indiano
Parte infatti la decima edizione di Febbre da cavallo dal 14 al 16 giugno. Dalle 14 alle 23, nella zona centrale degli impianti sportivi, resterà aperta la mostra mercato dedicata ad attrezzature e abbigliamento per i cavalli, artigianato, enogastronomia. Alle 21, nel “main ring”, prove di spettacolo equestre. In contemporanea la serata danzante con i Country Go West. Domani (sabato 15 giugno) ci saranno anche prove di addestramento, fin dal mattino, relative alla monta da lavoro, con l’aggiunta delle’esibizione delle scuole di equitazione e la presentazione di attività e razza, nel pomeriggio. In serata gran galà equestre presentato da Nico Belloni, con la partecipazione di Bartolo Messina Aragonas, Enrico Maria Scolari e Federico Forci, vale a dire i migliori nomi del settore. L’iniziativa sarteanese offre, oltre a esibizioni, dimostrazioni, presentazione delle razze equine, un’area per bambini sempre attiva: il “villaggio indiano e la città western”. L’ingresso è sempre gratuito, a parte per due spettacoli con biglietto a 10 euro. L’organizzazione è a cura di Proloco e Comune, in collaborazione con le associazioni giostra del Saracino, Nonsolomamme, Comitato dei genitori e i pattinatori della Fenice, vede il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Siena, dell’Unione dei Comuni della Valdichiana senese, del Coni, della Fitetrec-Ante e il fondamentale contributo della Banca Valdichiana.
A metà strada fra Roma e Firenze, crocevia fra Toscana, Umbria e Lazio, e a soli sei chilometri dal casello autostradale Chiusi-Chianciano Terme, a Sarteano il cavallo è di casa, da sempre. Basti pensare alla Giostra del Saracino, rievocazione storica equestre che ogni anno, da secoli, si svolge nella piazza principale del paese. Unico è il territorio che permette passeggiate indimenticabili che legano il borgo medievale alla frazione di Castiglioncello del Trinoro, balcone sulla val d’Orcia o al caratteristico agglomerato di Fontevetriana, porta di accesso per la vetta del monte Cetona. Ovunque, percorsi nel verde sono particolarmente adeguati al turismo equestre. Anche per questo la manifestazione rende omaggio al cavallo, sinonimo di passione sportiva e, soprattutto, inseparabile compagno di vita

Il 21 e il 22 giugno doppio appuntamento con il Carnevale estivo promosso dal nuovo Comitato
Carnevale di Foiano (Ar): dai coriandoli dell’inverno ai colori dell’estate
Un ricco programma che partirà il venerdì sera, ai Gardini d’Estate, con una festa dedicata al colore. Si prosegue il sabato con il tradizionale “Carnevale sotto le stelle”.
E’ tutto in fermento per la nuova edizione del carnevale estivo di Foiano della Chiana (Ar), il borgo in provincia di Arezzo che vanta il carnevale più antico d’Italia, giunto con il 2013 alla sua 474 esima edizione. Il 21 e il 22 giugno prossimi infatti l’intero paese si colorerà nuovamente per mettere in scena il ricco cartellone di eventi che allieteranno le migliaia di persone attese. Un appuntamento ormai consueto, quello del “Carnevale sotto le stelle”, quest’anno dal sapore ancora più particolare visto che si tratta della “prima” del nuovo Comitato dell’Associazione Carnevale, insediata il mese scorso.
Le novità apportate dalla nuova Giunta, presieduta dal presidente Massimo Di Chiara, si vedono subito nel programma esteso a due giorni. Si partirà infatti il venerdì con il “Festival of colours”che dalle ore 18 animerà una bellissima location del borgo medievale, il “Giardino d’estate”. «L’obiettivo di allungare il programma del carnevale estivo – spiega Massimo Di Chiara, presidente dell’Associazione Carnevale di Foiano – rispecchia quello più generale di questo Comitato, che è quello di creare nuovo interesse su questa manifestazione, soprattutto nel pubblico dei giovani che dovranno essere sempre più protagonisti sia nelle attività offerte, attraverso divertimento e allegria, ma anche nella partecipazione fattiva che poi si concretizza in particolar modo nella vita di cantiere».
Il Festival dei colori, durante il quale si svilupperanno diverse attività, tra le quali due flash mob particolari, fa riferimento alla tradizione induista, la Holi, che è la festa che celebra l'arrivo della primavera ed è comunemente conosciuta come “la festa dei colori”. Viene osservata principalmente in India e Nepal, ma anche in Pakistan e in Bangladesh, così come in altri paesi del mondo in cui sono presenti comunità di induisti, quali ad esempio il Sud Africa, la Malesia, il Suriname o le Fiji. Sebbene affondi le proprie radici nella mitologia induista, Holi ha caratteristiche molto simili al carnevale occidentale e il tratto maggiormente distintivo è il clima di euforia che invade le comunità: le divisioni sociali si attenuano e giovani, anziani, donne e uomini di ogni casta scendono in strada dipingendosi il viso e lanciandosi acqua e colori. E’ questo lo stesso spirito che ha mosso gli organizzatori nel riproporre questa atmosfera a Foiano.
La festa proseguirà poi il sabato 22 giugno, con il “Carnevale sotto le stelle” che seguirà la formula ormai collaudata. I quattro cantieri (Azzurri, Bombolo, Nottambuli e Rustici) occuperanno quattro rispettivi angoli del borgo toscano offrendo ciascuno una portata. Una cena itinerante sarà il risultato con la possibilità di godere della vista dei giganti di carta pesta che hanno partecipato alla scorsa edizione del Carnevale.
Musica, spettacoli ed eventi saranno la ciliegina sulla torta di una serata che prenderà il via a partire dalle 18 con una sfilata di moda durante la quale si eleggerà “La reginetta del Carnevale”. Per l’occasione sarà attivato anche lo “Spazio bimbi” all’interno del quale i più piccoli potranno divertirsi con musica, palloncini e tanto altro. La festa durerà tutta la notte, con i negozi del centro storico che resteranno aperti. Una vera notte bianca del Carnevale.
L’ingresso al Festival dei colori del venerdì e al Carnevale sotto le stelle è gratuito. Per tutte le informazioni sul programma e su come partecipare www.carnevaledifoiano.it. I social network ufficiali del Carnevale (Facebook e Twitter) saranno aggiornati prima e durante l’evento con tutte le novità.





Redazione Nove da Firenze