Sarà l'edizione del 'Contact' tra ballerini e coreografi, tra pubblico e artisti

Grandi emozioni per l'ottava edizione di Danzainfiera, che arricchisce un programma già straordinario di esibizioni, concorsi e iniziative con due eventi speciali davvero imperdibili e grandi ospiti della danza internazionale


DANZA IN FIERA 2013 — Grandi emozioni per l'ottava edizione di Danzainfiera, che arricchisce un programma già straordinario di esibizioni, concorsi e iniziative con due eventi speciali davvero imperdibili e grandi ospiti della danza internazionale.

L'apertura di Danzainfiera 2013

Ad aprire lo straordinario programma dell'ottava edizione di Danzainfiera sarà un Galà di inaugurazione tutto nuovo nella forma e nei contenuti. Nuovo fin dal nome, ContAct, per coniugare contemporaneità e azione coreutica, naturalmente, ma anche per mettere al centro quel “contatto” - tra ballerini e coreografi, tra artisti e pubblico – in grado di creare davvero la magia di uno spettacolo indimenticabile. Ed è più di un “contatto” che il Galà 2013 di Danzainfiera porterà sul palco del Padiglione La Ronda giovedì 21 febbraio dalle ore 17.00. 6 giovani coreografi: Paolo Arcangeli, Adriana Mortelliti, Loris Petrillo, Kristian Cellini, Michele Merola, Arianna Benedetti metteranno in mostra tutto il loro talento con 6 coreografie di grande impatto, che saranno portate in scena da famosi ballerini e compagnie di livello nazionale ed internazionale.

Un ricchissimo programma, quindi, che spazierà da “Solo”, di Paolo Arcangeli su musiche di Pachelbel, interpretato da Zaloa Fabbrini del Maggio Danza alla suite da “Maschere” che Arianna Benedetti ha costruito per l'interpretazione della Compagnia Antitesi Ensemble BdT. Sarà quindi il pas de deux “Dove sei” di Kristian Cellini, la cui coreografia sarà interpretata da Alessia Fancelli e Yoav Bosidan della Compagnia Kaos Balletto di Firenze, a prendere la scena. Loris Petrillo e la compagnia Opus Ballet ci faranno sognare con un estratto dal “Lago dei cigni”, seguiti dal pas de deux di Adriana Mortelliti tratto da Dafne e Chloe con Martin Zanotti e Giulia Paris del Balletto di Milano. Chiuderà la serata la coreografia di Michele Merola “Quasi due”, storia di fantasmi e amori interpretata dalla Compagnia Città di Latina.

A guidare questo straordinario viaggio l'esperienza e la professionalità di Francesca Belussi e Stefano Baragli che condurranno la serata.

I “contatti” però non si esauriranno a Danzainfiera, visto che la serata proseguirà “off”, fuori dalle mura della Fortezza da Basso di Firenze per trovare un'ulteriore cornice presso il Piccolo Teatro del Teatro Comunale di Firenze, dove la serata proseguirà con la prima di “Short Time” di MaggioDanza.

Il premio “L'Italia che danza”

Torna anche quest'anno uno dei fiori all'occhiello di Danzainfiera, il Premio “L'Italia che danza”: l'evento che premia l’eccellenza della danza nei suoi diversi settori e discipline. Giunto alla sua quinta edizione, infatti, il Premio rappresenta oggi un prestigioso punto di riferimento nel panorama dei riconoscimenti artistici, ed è assegnato sia a personaggi dotati di straordinarie capacità e professionalità, sia a giovani talenti che mettono in mostra le proprie potenzialità.

A partire dalla scorsa edizione, il Premio si è peraltro arricchito di un riconoscimento d’eccezione: la medaglia che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto assegnare a questa iniziativa per l'alto valore culturale e che, nell'edizione 2012, è stata consegnata al M° Amedeo Amodio.

La cerimonia di assegnazione dei premi avverrà sabato 23 febbraio 2013, con premiazioni, esibizioni e spettacoli che renderanno l'evento memorabile anche per la presenza di personalità di primo piano e notissime al grande pubblico.

Un parterre illuminato dalle grandi stelle della danza

Negli anni Danzainfiera ha avuto il privilegio di ospitare i più grandi artisti del mondo della danza e anche nella sua ottava edizione il parterre degli ospiti della manifestazione sarà assolutamente di grande rilievo. Durante i quattro giorni della manifestazione, i visitatori potranno infatti incontrare ospiti di rilievo internazionale come Eleonora Abbagnato, Carolyn Smith, Rossella Brescia, Francesco Ventriglia, Steve La Chance, André De La Roche, Kledi Kadiu, Simone Di Pasquale, Frédéric Olivieri, Elisabeth Platel e tanti altri, che renderanno Danzainfiera 2013 davvero memorabile.

Si danza anche a Pisa dopo quattro anni di assenza dai palcoscenici italiani, torna in Italia Daniel Ezralow, talentuoso coreografo statunitense, con OPEN, il nuovo spettacolo atteso al Teatro Verdi giovedì 21 febbraio alle ore 21, presentato da Bags Entertainment.

Cofondatore dei Momix, Ezralow è un vero pilastro della coreografia e della danza contemporanea e le sue collaborazioni hanno più volte varcato i confini del suo mondo: nella moda con Roberto Cavalli; nella produzione di video musicali con artisti del calibro di Andrea Bocelli, David Bowie, Ricky Martin, U2 e ad altri ancora; in teatro con Why, Aeros, Love del Cirque du Soleil, Cats nella versione italiana della Compagnia della Rancia, Tosca – Amore Disperato di Lucio Dalla, il musical Spiderman – turn off the dark, diretto da Julie Taymor con le musiche di Bono e The Edge; per il cinema Across the Universe, film-musical di Julie Taymor. Ezralow ha inoltre un rapporto speciale con l’Italia, avendo lavorato per Amici di Maria De Filippi oltre che per le ultime tre edizioni del Festival di Sanremo.

La sua nuova creazione, scritta a quattro mani con Arabella Holzbog, vede sul palco pisano la DeConstruction Company, un gruppo di bravissimi ballerini, Chelsey Arce, Dalila Frassanito, Santo Giuliano, Stephen Hernandez, Kelsey Landers, Re’Sean Pates, Marlon Pelayo, Anthea Young, artisti provenienti da diverse esperienze- dalla classica alla moderna, dalla ginnastica alla street dance- con costumi firmati da American Apparel.

Open è un’originalissima selezione del repertorio di coreografie create nella sua lunga carriera, fatte di divertimento, agilità, sorpresa, leggerezza, utilizzo delle tecnologie visive più all’avanguardia, e oggi reinterpretate per il palcoscenico utilizzando come colonna sonora anche indimenticabili melodie di celebri brani di musica classica, per trasportare il pubblico in una dimensione dove umorismo e intensità danno vita a una miscela esplosiva di straordinaria fantasia creativa, emozione scenica e puro entertainment.

Sono questi gli elementi che hanno reso le sue coreografie veri e propri “eventi” mediatici, brevi quadri, fulminanti vignette che tengono il pubblico in uno stato di eccitante attesa e meravigliata sorpresa e che fanno dello show un’inarrestabile ed esaltante serie di climax tecniche ed emotive.

Biglietti ancora disponibili con prezzi da 28,00 Euro a 8,00 Euro, oltre alle consuete riduzioni e promozioni.

Per informazioni Teatro di Pisa tel 050-941111, www.teatrodipisa.pi.it

Redazione Nove da Firenze