A novembre il Mehta Festival

Si conclude il ciclo dei giovani direttori internazionali. Dal 2013 Alberto Triola Coordinatore Artistico


TEATRO COMUNALE — A chiudere il ciclo dei giovani direttori internazionali sarà, il 3 e 4 novembre, il ceco Tomas Netopil, già più volte applaudito con grande entusiasmo a Firenze. Con l'Orchestra e il Coro del Maggio, al Nuovo Teatro dell'Opera, presenterà la cantata "Le campane" di Sergej Rachmaninov e la Seconda Sinfonia di Johannes Brahms. Biglietti in vendita on line e alla biglietteria del Teatro Comunale.

A novembre arriva un eccezionale Mehta Festival al Nuovo Teatro dell'Opera di Firenze! 3 concerti - il 9 e il 10 con la Seconda Sinfonia di Gustav Mahler, il 30 con il duo Güher e Süher Pekinel e musiche di Paul Hindemith, Béla Bartók, Antonín Dvořák - e 6 esecuzioni della Turandot di Giacomo Puccini in forma semiscenica con un cast di fama internazionale - 27, 28, 29 novembre; 2, 4, 5 dicembre. Mehta Festival, i grandi interpreti e la grande musica alla portata di tutti! Dal 24 ottobre in vendita on line e alla biglietteria del Teatro Comunale un carnet che comprende 2 concerti (10 e 30 novembre), Turandot (data a scelta fra 28 novembre, 4 e 5 dicembre) e un'esclusiva visita al backstage con un incontro con gli artisti ad un prezzo davvero eccezionale: 133 euro nel I settore, 105 euro nel II settore, 49 euro nel III settore.

Un appuntamento irripetibile, frutto della collaborazione tra due eccellenze internazionali: il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e il Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights / Europe.
Sabato 24 novembre 2012, nel week-end in cui si celebra negli Stati Uniti il Giorno del Ringraziamento, Firenze ospiterà un evento straordinario, promosso per raccogliere fondi da destinare alla difesa dei diritti umani e in favore della grande musica: per la prima volta in assoluto, un’opera lirica - in forma semiscenica - sarà rappresentata al Nuovo Teatro dell’Opera, a seguire una cena di gala e un’asta esclusiva.
Diritti umani e musica si trovano accostati in un binomio, che mette in luce la valenza universale di entrambi i messaggi: l’uomo non può vivere se vede negati i propri diritti, ma altresì non può vivere senza musica. Un nuovo modo di fare fundraising in favore di due cause universali, che unite diventano ancora più forti.

Da gennaio 2013 Alberto Triola sarà il nuovo Coordinatore Artistico del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Nel processo di riorganizzazione interna di questa gestione, si è deciso di puntare alla ricerca di una persona con competenze trasversali e con un profilo artistico e gestionale, capace di coordinare tutta l’area artistica del Teatro. Impegnato stabilmente in campo teatrale e musicale da oltre un ventennio, dal 2002 Alberto Triola si distingue come direttore artistico alla guida di teatri e festival italiani, firmando stagioni di riconosciuti successi che vedono la consacrazione di nuovi talenti vocali, registici e direttoriali, e il debutto in Italia di alcuni registi di fama internazionale.

Redazione Nove da Firenze