Un ferro di cavallo per Allegra Lapi e Sebastiano Ranfagni

l vicesindaco Nardella: “Un piccolo gesto per un grande ‘in bocca al lupo’ a nome della città”


OLIMPIADI DI LONDRA — Un ferro di cavallo come portafortuna per le prossime Olimpiadi di Londra. Stamani il vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella nel corso di un incontro in Palazzo Vecchio ha consegnato i simpatici omaggi (opera del maestro maniscalco Angelo Lino Fesetti e donati dal Centro Ippico Toscano) ad Allegra Lapi e Sebastiano Ranfagni, due atleti fiorentini che parteciperanno ai Giochi Olimpici nella pallanuoto femminile e nel nuoto (200 dorso).
“Un piccolo gesto – ha detto il vicesindaco Nardella – intanto per dirvi grazie per ciò che avete fatto finora e per augurarvi il classico ‘in bocca al lupo’ a nome della città di Firenze per l’avventura olimpica. Siete due atleti espressione degli sport dell’acqua, che nella nostra città hanno grandi tradizioni. Prossimamente consegneremo lo stesso portafortuna a Francesco Fossi della Canottieri Firenze e a un nutrito gruppo di atleti che parteciperanno alle Paralimpiadi”.
Alla cerimonia ha partecipato anche Maurizio Luongo, direttore corporate di Menarini, azienda fiorentina del settore farmaceutico che ha scelto i due atleti come testimonial. “La scelta di Allegra e Sebastiano come testimonial di Menarini OTC – ha spiegato Luogo – è la naturale conseguenza dell’impegno di Menarini nello sport, che già da due anni sostiene la pallanuoto e il campionato di serie A maschile di pallavolo. Siamo onorati di affiancare, grazie alla collaborazione del Comune di Firenze, due atleti olimpionici, molto motivati e competitivi. Il nostro augurio a questi atleti è di rappresentare al meglio la nostra nazione, nonché la nostra città ma soprattutto di realizzare a pieno le loro ambizioni sportive”. “Un ringraziamento – ha detto ancora il vicesindaco Nardella – va a Menarini da tempo vicina allo sport e in particolare a quello fiorentino, che ha deciso di affiancare l’attività di questi due nostri atleti, vanto e onore di Firenze”. Allegra Lapi era accompagnata da Alessandro Francini, anche lui fiorentino, fisioterapista della nazionale di pallanuoto femminile che farà parte della spedizione olimpica.

Allegra Lapi
Testimonial di Firenze Città Europea dello Sport 2012. Nel gennaio 2012 si è laureata campione d’Europea col “Setterosa” battendo la Grecia in finale ad Eindhoven. Con la Nazionale italiana dal 2005 ha partecipato a numerose competizioni. Ha vinto due argenti nele World League (Cosenza 2006 e Tianjin 2011). Sempre nel 2011 ha partecipato ai campionati mondiali di Shanghai. Ha collezionato inoltre una medaglia d’argento ai campionati europei di Belgrado e nelle competizioni per club ha vinto nella stagione 2006/2007 un campionato italiano, una Coppa dei Campioni e nel 2007 una Supercoppa LEN, tutte con la calottina della Fiorentina Waterpolo.

Sebastiano Ranfagni
Nato a Rosenheim (Germania) vive a Reggello alle porte di Firenze. Alto 2.05 m per 97 kg. E’ l’atleta più alto della nazionale di nuoto. Studente in Scienze Motorie. Doppio tesseramento con la società sportiva Rari Nantes Florentia e il Gruppo Sportivo dei Carabinieri. La sua prima società è stata la Fiorentina Nuoto. La sua specialità è il “dorso” e la sua gara preferita sono i 200 dorso. Nel 2006 a Pesaro ottiene il suo primo titolo italiano assoluto. Nel 2008 il tesseramento nel gruppo sportivo dei Carabinieri dove conclude la stagione a Spresiano con il titolo nei 200 dorso e il record italiano nella mista con i colleghi Vancini, Nalesso e Calvi. Il 2009 è ricco di soddisfazioni con il titolo italiano e l’argento ai giochi del Mediterraneo a Pescara garantendosi il pass per i mondiali di Roma. La stagione 2010 prosegue con la vittoria del Sette Colli, il 5° posto (con record personale) nella finale europea di Budapest nei 200 dorso e i mondiali militari a Warendorf. Il 2011 i mondiali e le universiadi in Cina. Il 2012 si è aperto con la vittoria del titolo italiano nei 200 dorso e la conquista del “pass olimpico”. Nel mese di Maggio ha partecipato al campionato europeo a Debrecen, 4° classificato.

Redazione Nove da Firenze