In Toscana aumentano le “Free Internet Zone”

A Carrara servizio Wi-Fi gratuito in occasione di Marble Weeks. A Pistoia Duomo, Sala, Globo e piazza della Spirito Santo diventano luoghi interattivi, all’interno di una rete metropolitana


WEB — Carrara Marble Weeks, che sarà aperta ufficialmente mercoledì 23 maggio, già nel corso dell’allestimento ha portato una novità: l’attivazione di un servizio internet gratuito che coprirà l’area di Piazza del Duomo dove è stata collocata “Architect’s Eye” la SFERA INOX firmata da Tchoban & Kuznetsov eccezionalmente riproposta a Carrara dopo l’esposizione a Milano nel cortile d’onore dell’Università in occasione di Interni Legacy. Tutti coloro che stazioneranno in piazza Duomo potranno usufruire del servizio internet collegandosi alla rete Wi-Fi che ha come identificativo CarraraMarbleWeeks e potrà essere liberamente utilizzata da utenti internet, residenti o meno nel comune di Carrara, in possesso di apparecchiature portatili (PC, ma anche telefonini, smartphone, palmari, tablet ecc.) compatibili e dotati di scheda wireless configurata in modalità automatica. Per chi sceglierà di ammirare lo spettacolo notturno della sfera iper-tecnologica e i suoi giochi di luce con lo sfondo del Duomo di Carrara si prospetta un’opportunità interessante e gratuita per collegarsi e dialogare scambiando idee, suggestioni foto.

Pistoia WIFI, il progetto promosso dalla Provincia di Pistoia, per accedere gratuitamente a Internet da luoghi pubblici, piazze, biblioteche e spazi di ritrovo, con l’adesione ad una rete metropolitana federata, fa tappa anche a Pistoia. Sono state ufficialmente inaugurate questa mattina, lunedì 21 maggio, le nuove postazioni di accesso alla rete (hot spot), con una presentazione dimostrativa, presso i locali dell’ Osteria La Bottegaia di Via del Lastrone. Piazza della Sala, Piazza del Duomo, Piazza dello Spirito Santo, Piazza Gavinana, Piazzetta della Sapienza, via Cavour e l’Auditorium di Via Panconi diventano adesso luoghi dai quali è possibile accedere in forma gratuita e protetta alla rete, attraverso portatili, smartphone e tablet. A questi a breve andranno ad aggiungersi anche il giardino di Monteoliveto e Piazza San Francesco. Alla presentazione erano presenti il Presidente della Provincia, Federica Fratoni, l’Assessore provinciale ai servizi Informatici, Lidia Martini, il Vicesindaco con delega all’innovazione informatica e tecnologica del Comune di Pistoia, Daniela Belliti. Insieme all’abbattimento del digital divide, con il progetto “Banda Larga nelle aree rurali della Toscana”, anno 2008 –2010, la Provincia di Pistoia, insieme a quelle di Firenze e Prato, ha lavorato anche alla realizzazione di una rete metropolitana, che aderisce ad una più estesa federazione nazionale delle reti WiFi, la “FreeItalia WiFi”.
Grazie all’installazione di apposite apparecchiature (50 su tutto il territorio provinciale) è possibile accedere gratuitamente e in tutta sicurezza a internet direttamente dai luoghi pubblici e privati delle realtà “federate”, navigando con le stesse credenziali di accesso anche nelle reti WiFi delle altre amministrazioni che hanno aderito alla rete nazionale, ancora in evoluzione.

Basti pensare che ad oggi la rete FreeItaliaWifi conta più di 1100 hot spot dislocati nel territorio nazionale. Oltre alle tre province toscane dell’area metropolitana, infatti, hanno aderito al progetto anche le Province di Roma, Grosseto, Torino, Cosenza, Pesaro e Urbino, Potenza, Trapani, la Regione Sardegna, i Comuni di Venezia, Genova, Torino e Cesena.

Adesso anche a Pistoia (il servizio è già attivo nella maggior parte dei comuni del territorio provinciale) tutti coloro che si servono della rete per esigenze di studio, lavoro o svago, compresi i turisti che fanno visita al nostro territorio, possono accedere gratuitamente al servizio dalle aree wifi. Accedere al sistema è semplice: basta registrarsi, ottenere una username e una password e navigare con il proprio smartphone o computer portatile dotato di connettività wifi. “Pistoia è stata fra le prime province a aderire al progetto della rete federata degli hotspot, per accedere gratuitamente alla rete dai luoghi pubblici e attraverso una modalità sicura – ha commentato il Presidente della Provincia, Federica Fratoni – la rete oggi rappresenta non solo un mezzo di informazione e svago, ma anche uno strumento competitivo e strategico per lo sviluppo economico e la promozione turistica del territorio e la Provincia si sta impegnando in tal senso per garantire un servizio di connettività avanzata ad ampio raggio. Grazie al progetto Pistoia WiFi, i cittadini, e con loro i turisti che visitano le nostre località, potranno navigare liberamente sulla rete dai luoghi pubblici coperti dal servizio, attraverso una registrazione gratuita dal proprio cellulare, e condividere informazioni, notizie e contatti. Un passo avanti nella direzione dell’innovazione tecnologica”. "Insieme al Digital Divide, il progetto che ha consentito di portare la banda larga di primo livello in tantissimi territori della nostra provincia, PISTOIA WiFi è la seconda importante sfida che la Provincia mette in campo, per favorire la diffusione della Rete e sfruttarne le incredibili potenzialità – ha commentato l’Assessore provinciale all’Innovazione amministrativa e ai Servizi Informatici, Lidia Martini - Il servizio si rivolge ai cittadini, per agevolarli nella vita di tutti i giorni, nel lavoro o nello studio, ma presenta anche importanti finalità di promozione territoriale. Basti pensare a chi si sposta per ragioni di turismo e attraverso la connessione wireless accede con maggiore immediatezza e facilità alle informazioni di cui ha bisogno. Ai nostri giorni la qualità di un territorio si misura anche dai servizi tecnologicamente avanzati che è in grado di offrire e in questa direzione va l’impegno dell’amministrazione provinciale. Un ringraziamento al Comune di Pistoia, che ha aderito con entusiasmo al progetto e la cui collaborazione è stata fondamentale per la riuscita del progetto”. “Il progetto “Pistoia Wifi”, promosso dalla Provincia con la collaborazione operativa del Comune, rappresenta un importante passo in avanti verso la diffusione nel nostro territorio di nuove tecnologie, gratuite e di semplice fruibilità, utili sia ai cittadini pistoiesi che ai tanti turisti che frequentano il nostro centro storico – commenta il vicesindaco del Comune di Pistoia con deleghe all’innovazione informatica e tecnologica Daniela Belliti –. Lo sviluppo delle nuove tecnologie informatiche in un’ottica di miglioramento della qualità della vita della città è, peraltro, uno degli obiettivi del progetto di governo del sindaco Samuele Bertinelli”.

Redazione Nove da Firenze