Renzi il candidato 'big bang'? Dalla Leopolda uscirà lo sfidante di Bersani

Chiede il vincolo di mandato e vorrebbe fare fuori quelli che il 'ventennio' politico l'hanno già maturato. Non si candida, ma si candida.


POLITICA — Se un parlamentare viene eletto in un partito o coalizione, non può poi permettersi di cambiare casacca, "Penso invece che abbia l'obbligo di lasciare il seggio e tornare a farsi votare dai cittadini" ha detto Matteo Renzi, sindaco di Firenze ad Agorà su Rai Tre.
Ha chiesto "un vincolo di mandato" uno dei punti già previsti nel programma che verrà discusso partecipativamente durante l'incontro previsto alla Leopolda di Firenze per il "Big Bang" del sindaco 'quasi' più amato d'Italia.

Il sindaco ha aggiunto che ritiene "vergognoso" il problema creatosi all'interno del PD che prevede nel suo Statuto la candidatura unica del Segretario del partito.
Tanto più che è tornato a chiedere l'allontanamento dal Palazzo di chi ha già maturato 20 anni di politica alla guida del Paese. "Non ce l'ho con gli anziani, parlo di tempo trascorso sulla poltrona" ha sottolineato.

Critica il sistema, critica la politica italiana, critica lo Statuto del suo Partito Democratico, ma è il sindaco di Firenze ed ha sempre dichiarato di voler continuare ad esserlo perché "è il mestiere più bello del mondo". Insomma chi si candida contro Pierluigi Bersani? "Alla Leopolda vedremo chi si candiderà di noi. Io o un altro" ha detto. Ecco. Big Bang "Altro che il luna park, altro che il cinema, altro che internet, altro che l'opera, altro che il Vaticano altro che Superman, altro che chiacchiere.."

AntLen

Redazione Nove da Firenze