In the Mood for Queer: essere lesbica all'epoca del Grande Fratello

Alla rassegna estiva dedicata al mondo LGBTIQ a Easy living - Spiaggia sull’Arno, il mondo lesbico e i media nel documentario “Diversamente etero” di M. Lizzadro


CINEMA — “Diversamente etero” (2011) di Marica Lizzadro, il documentario che a partire dal bacio in diretta tra due concorrenti del Grande Fratello esplora il tema della rappresentazione delle lesbiche nei media, sarà proiettato domani, venerdì 9 settembre, alle ore 22, a Easy Living - Spiaggia sull’Arno (Lungarno Serristori - Firenze). La proiezione è nel cartellone della prima edizione di “In the Mood for Queer”, la rassegna che fino all’11 settembre racconterà l’universo gay, lesbico e transgender tra cinema, musica, sport e letteratura, nel primo spazio estivo fiorentino dedicato alla comunità LGBTIQ.

Il documentario, che sarà presentato dalle autrici Elena Tebano, Milena Cannavacciuolo, Chiara Tarfano e dalla regista Marica Lizzadro, prende le mosse dal bacio tra due giovani donne, concorrenti del "Grande Fratello 10". Seppur eterosessuali, con quel bacio diventano icone dell'amore tra donne, complice l'assenza di visibilità del mondo lesbico nella cultura popolare italiana. Le fan si riconoscono in quella storia "dal basso", seguita in tv e sul web, e molte di loro scoprono l'attrazione per altre donne. “Diversamente Etero” indaga il fenomeno attraverso i filmati censurati dalla tv, le interviste a fan, giornalisti, esperti di comunicazione e attivisti del mondo LGBT.

Anticiperanno la proiezione del documentario l’apericena delle 19.30 e, alle 20, la presentazione del nuovo romanzo di Luca Bianchini, “Siamo solo amici” (Mondadori, 2011). Il libro racconta la storia di due uomini che si incontrano sullo sfondo di una malinconica Venezia e insieme, seppur lontani per età, professione e percorsi di vita, esplorano la propria identità.

Alle 23.30 seguirà il dj set di Disorder & Dani66.

“In the mood for Queer”, breve anticipazione del Florence Queer Festival che si terrà dal 25 novembre al 1 dicembre, è organizzato da Ireos e Firenze Creativa in collaborazione con Arcilesbica e Piazzart e con il sostegno della Regione Toscana, Provincia, Comune e Quartiere 1 di Firenze.

Redazione Nove da Firenze