Cresci (IdV) critica il 'duopolio' Evangelisti/Pardi

Alessandro Cresci: "Facile parlare di gestione collegiale nel partito in vista delle elezioni. L'esperienza di quest'ultimo anno con Evangelisti parla di tutt'altro". Al via le manovre pre-congresso regionale IdV del prossimo 24 ottobre.


POLITICA — Alessandro Cresci, candidato alla segreteria regionale IdV, interviene per commentare alcune dichiarazioni di Evangelisti apparse oggi sui giornali: “Si fa presto a parlare sui giornali di rinnovamento della democrazia interna e gestione collegiale del partito quando c'è una elezione in vista. Intanto la parola rinnovamento presuppone che ce ne sia stata prima di democrazia. Peccato che tutto quello che è stato fatto nell'ultimo anno, cioè dal commissariamento, è stato determinato da un ristretto circolo di persone, una oligarchia basata sul duopolio Evangelisti/Pardi che pesa come un macigno sul partito in Toscana creando di fatto un doppio livello, uno decisionale, blindato e impermeabile alla base, e uno di manovalanza, la base stessa che conta solo in quanto tale. Se questa è la democrazia partecipata di cui si parlerà all'incontro di lunedì dei fedelissimi di Evangelisti, allora vanno riscritti i libri sull'argomento”.

Redazione Nove da Firenze