Assalto di Greenpeace al rigassificatore al largo delle coste toscane (video)

Tre attivisti quest'oggi sono saliti sulla gru della nave Far Samson che sta lavorando alla costruzione del rigassificatore offshore al largo delle coste toscane fra Livorno e Pisa. Chiedevano un incontro col ministro Prestigiacomo.


AMBIENTE — Tre attivisti di Greenpeace quest'oggi sono saliti sulla gru della nave Far Samson, che sta lavorando alla costruzione del rigassificatore offshore in quello che viene definito il Santuario dei Cetacei, al largo delle coste toscane fra Livorno e Pisa.

I tre climber nel corso della loro azione di protesta hanno esposto deli striscioni con scritto "Fine del Santuario" e "Ministro salva il Santuario". E proprio al ministro Stefania Prestigiacomo è stato chiesto un incontro.

Intorno alle 13:30 due dimostranti sono stati rimossi "in modo brutale e rischioso - si legge nel sito dell'associazione ambientalista -, senza rispettare nessuna delle procedure di sicurezza che di solito si rispettano e senza l’attrezzatura normalmente usata".

A metà pomeriggio anche l'ultimo attivista è sceso dalla gru della nave Far Samson mostrando lo striscione "Ministro dove sei?".




"Siamo profondamente rammaricati dall'indifferenza del Ministro - si legge ancora nel sito -, che ha dimostrato ancora una volta di non aver alcun interesse a proteggere in maniera concreta l'ecosistema marino. Ci chiediamo: per quanto ancora il Ministro farà la “bella addormentata"?"

Redazione Nove da Firenze