"Astenersi coccodrilli" Don Flavio benedice gli animali

Simpatico post su Facebook di Don Flavio Frignani che, oggi, memoria liturgica di S. Antonio Abate, benedirà gli animali domestici (attenzione al"NB")


SUCCEDE A SIENA — "Astenersi coccodrilli, bisonti e ippopotami. Mariti e suocere non valgono come bestiole".

Siena non smette di stupire. Anche nelle piccole cose che fanno la reale magia della vita. Così oggi, sulle pagine Facebook, il piccolo prodigio lo ha regalato Don Flavio Frignani che annuncia ai propri parrocchiani (e non), come lui stesso precisa, un fatto noto. Si legge infatti: "domenica 17 gennaio, memoria liturgica di Sant'Antonio Abate, patrono e protettore degli animali domestici, ci sarà, come ogni anno, la benedizione delle bestiole alla fine di ogni messa". Fino a qui, nulla di particolare.

Poi il sacerdote ci mette del suo: "3 semplici regole: astenersi coccodrilli, bisonti e ippopotami". Delusione per chi avesse pensato di poter liberare le gabbie feroci di casa. Ecco le regole per la gestione dell'evento: "chi rompe paga, chi sporca pulisce". 

Pare avere le idee chiare il nostro protagonista che, per i più scettici, con un "nota bene NB" evidenzia: "mariti e suocere non valgono come bestiole". Insomma, deluse tutte le mogli che speravano nel vero prodigio della domenica per migliorare le sorti del proprio matrimonio! 

Ecco le messe: ore 10 Ville di Corsano, 11.30 Vescovado di Murlo, 18.30 Casciano di Murlo.

Un modo nuovo e innovativo per comunicare l'appuntamento con la Messa domenicale. Complimenti a Don Flavio per l'idea e per come ha deciso di proporla. Anche strappare un sorriso, in un momento non facile come questo, è davvero bello. Se a farlo è un prete, per molti (compreso il sottoscritto), vale doppio.

Certo, rimane un solo, grande dubbio di cui vorremmo parlare, in separata sede, con Don Flavio: nel suo "NB", c'è una piccola speranza per le mogli. Purtroppo, solo per loro!

Firmato un marito.

Giuseppe Saponaro