Aspettando il Giro d'Italia: tutte le indicazioni per il passaggio in Toscana

Arriva il Giro, il territorio metropolitano si colora di rosa

Il territorio di Empoli e Vinci si colora di rosa. A Montelupo il ricordo di Franco Bitossi. A Castelfiorentino domenica c'è “in bici per la città”. A Prato in piazza Mercatale la carovana con gadget e musica in attesa dei corridori. Illuminazione notturna in tinta in Valbisenzio


Il Giro d'Italia 2019 si svolgerà dal 11 maggio al 2 giugno 2019, suddiviso in 21 tappe. La sede di partenza sarà Bologna, mentre il traguardo finale sarà allestito nell’Arena di Verona. Domenica 12 maggio e lunedì 13 maggio i ciclisti passeranno dalla Toscana. C’è grande attesa per il passaggio, che dopo anni attraverserà le vie dei centri cittadini. Già da due ore prima del passaggio dei ciclisti cominceranno ad arrivare le carovane pubblicitarie che distribuiscono gadget e animano l’attesa del giro. Occhi puntati sul beniamino Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy), che anche sull’onda della strepitosa vittoria di Alberto Bettiol al Giro delle Fiandre ha fatto diventare davvero contagiosa la passione e l’attenzione della popolazione nei confronti di questo sport, peraltro sempre praticato ai massimi livelli.

La 102^ edizione del Giro d’Italia avrà un inizio molto toscano. Domenica 12 maggio transiterà sul territorio del Comune di Lastra a Signa la 2° tappa. In particolare le zone interessate dal passaggio della competizione saranno Ginestra Fiorentina, Ponte a Signa, Porto di Mezzo e Brucianesi.

La seconda e la terza tappa passeranno da Empoli e dall’Empolese Valdelsa. Le due tappe 'empolesi' saranno la seconda e le terza. Due momenti di sport in cui Empoli e tutto il territorio avranno una vetrina internazionale. La tappa domenicale, la cosiddetta Tappa Bartali, arriverà nell'Empolese Valdelsa nel pomeriggio da Bologna e avrà il suo traguardo a Fucecchio, dove sarà reso un tributo al giornalista Indro Montanelli, a centodieci anni dalla nascita. La seconda tappa omaggerà Leonardo da Vinci: per i cinquecento anni dalla morte del Genio i corridori partiranno proprio da Vinci e scenderanno fino a Orbetello, passando per Empoli intorno alle 12.30 e per tutta la Valdelsa. Il Giro d'Italia torna nell'Empolese Valdelsa dopo sei anni, l'ultima volta fu nel 2012, e anche in quel caso passò dal centro di Empoli. E mentre da ieri sera, lunedì, il monumento di Piazza della Vittoria è stato illuminato da un fascio di luce rosa, nei prossimi giorni, grazie a una collaborazione fra Associazione Centro Storico, Confesercenti e amministrazione comunale, le strade del centro, dal ponte sull’Arno fino a Via Roma saranno addobbate di rosa, le due rotatorie e le vie vedranno apparire grossi palloni di colore rosa. Non solo, grazie ai volontari del Circolo Arci, anche il passaggio lungo la 429 a Fontanella sarà salutato da addobbi in rosa. Lunedì, inoltre, dalle 10.50, la carovana rosa si fermerà per una mezz’ora in Piazza della Vittoria.

A Montelupo Fiorentino i ciclisti arriveranno domenica 12 maggio intorno alle ore 15.00 e saranno preceduti nelle ore precedenti dalla carovana rosa. L’amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni del territorio ha organizzato alcuni eventi che avranno luogo in viale Cento Fiori:

  • Gincana in bici per bambini a cura di ASD San Miniato
  • Performance di danza in rosa a cura di Myosotis ed Enars Ballet
  • Esibizione del gruppo Tigerz Cheerleading

In questa occasione sarà reso omaggio anche a due grandi ciclisti originari di Montelupo Fiorentino, Franco Bitossi e Sigfrido Fontanelli. Una curiosità. In occasione del passaggio del Giro anche i ciclisti in ceramica realizzati da Eugenio Taccini e collocati sulla rotonda all’incrocio fra la Statale 67 e via Maremmana indosseranno la “Maglia Rosa”.

Nella tappa di lunedì, con partenza da Vinci, si passerà di nuovo da Empoli, poi la corsa percorrerà parte della strada regionale 429 in direzione di Castelfiorentino, attraverserà il centro per poi salire le colline toccando Montaione e Gambassi Terme, quindi Certaldo; a quel punto, proseguendo sulla 429, la carovana entrerà nella provincia di Siena, toccando Poggibonsi, Colle Val d’Elsa fino ad arrivare poi in Maremma e a Orbetello.

La lunga “carovana rosa” arriverà a Castelfiorentino proveniente dalla frazione di Granaiolo. “Forza kristian” recita la locandina che annuncia il passaggio del giro e che è in corso di distribuzione nei luoghi pubblici e nei negozi di Castelfiorentino, le cui vetrine – già in “rosa” grazie al concorso promosso dal quotidiano “La Nazione” – saranno in questo caso ulteriormente impreziosite dalle immagini che ripercorrono i momenti essenziali della storia del ciclismo castellano: squadre, protagonisti, e nomi famosi che a Castelfiorentino erano in qualche modo legati. Come Fausto Coppi, che veniva a caccia a Barbialla, o Gino Bartali, che aveva a Castelfiorentino le proprie radici (il padre, Torello, era nativo di Castelfiorentino). I castellani stanno insomma preparando una degna accoglienza al passaggio della “carovana rosa”, che da Via Masini farà il suo ingresso in Piazza Gramsci, percorrerà via Costituente, via Ridolfi, via Battisti, per poi immettersi su via Zanini e passare sopra la ferrovia dirigendosi verso Gambassi Terme.

Quale occasione migliore di aspettare il Giro d’Italia al ritmo di una lenta ma salutare pedalata? Domenica 12 maggio l’AVIS di Castelfiorentino organizza “In Bici per la città”, manifestazione cicloturistica rivolta naturalmente agli appassionati delle due ruote, ma aperta a tutti, che prevede anche un rinfresco e una lotteria interna a premi. L’iniziativa, che cade alla vigilia del passaggio del Giro d’Italia da Castelfiorentino, prenderà il via alle 9.00 con ritrovo in Piazza Gramsci, mentre la partenza è fissata alle 10.20; il gruppo percorrerà quindi un giro di un’ora per le vie cittadine, e alle 11.20 è prevista una sosta e un rinfresco cortesemente offerto dalla macelleria Enzo. Alle ore 12.00 – presso gli stand della manifestazione - ci sarà l’estrazione dei premi messi in palio da AVIS. Il primo premio è una bicicletta city bike, ma sono previsti numerosi altri premi. La manifestazione, che è patrocinata dal Comune di Castelfiorentino, è organizzata in collaborazione con la Banca Cambiano 1884 Spa, la Prociv e la Rav.

Domenica 12 maggio il Giro d'Italia attraverserà Prato per la sua seconda tappa (Bologna-Fucecchio) e sarà possibile, a partire dalle 12, avere un momento di svago e divertimento per tutte le famiglie grazie alla Carovana del Giro d'Italia, un “serpentone” di automezzi colorati che precede il passaggio dei corridori e che regalerà gadget e intratterrà i presenti a ritmo di musica fino al passaggio dei ciclisti. Gli atleti, partendo da Bologna, attraverseranno l'Appennino fino a Montepiano. Scenderanno verso Vernio e Vaiano percorrendo la 325 fino a Prato. Il percorso taglierà Prato temporaneamente in due, da ovest a est, compreso il centro storico e i ciclisti usciranno dalla città in direzione Campi Bisenzio dalla via dei Confini. Il percorso che attraversa la città va da via Bologna a via dei Confini, al limite con Campi Bisenzio, ed è di 12 km.

In Val di Bisenzio si moltiplicano le iniziative per il passaggio del Giro d’Italia domenica 12 maggio. Arrivano i menù in rosa, le vetrine dei centri commerciali naturali di Vernio e Vaiano, il laboratorio per bambini e famiglie Giro e rigiro su per la collina e la Camminata in rosa. E la notte illuminazione in tinta di Oratorio del Casone dei Bardi, Rocca Cerbaia e campanile della Badia di Vaiano sponsorizzata da Estracom. I Comuni di Vaiano, Vernio e Cantagallo con l’Unione dei Comuni stanno lavorando alacremente in questi giorni per oliare la macchina organizzativa insieme a decine di associazioni sportive, le diverse realtà del volontariato e un drappello attivo e motivato di sponsor.

Redazione Nove da Firenze