Anfiteatro romano: gli scavi hanno già portato alla luce cospicui resti di murature

Gli stranieri amano Volterra, turisti in crescita nella città etrusca


Un ampio saggio di verifica sul campo al fine di acquisire tutti gli elementi necessari per procedere all'elaborazione di un progetto organico di scavo complessivo del monumento. Sono partiti lo scorso 30 settembre gli scavi adiacente a Porta Diana ove si presume si sia individuato l'anfiteatro romano di Volterra. A rendere possibili i lavori i finanziamenti richiesti dal Comune a Cassa Risparmio di Volterra e Fondazione Cassa Risparmio di Volterra. A precedere l’attività archeologica un'indagine geoelettrica, finanziata dal Comune di Volterra, che è andata a buon fine ed ha evidenziato la presenza di resti strutturali, localizzati ai margini della valle ed un possente colmamento archeologico nel settore centrale. «Dopo i primi ritrovamenti, adesso in parte provvisoriamente ma necessariamente obliterati dai lavori provvisionali del Consorzio di Bonifica per la sicurezza idraulica – spiega il sindaco Marco Buselli - con la soprintendente Sorge abbiamo fatto partire subito uno studio e raccolto i fondi di Cassa e Fondazione, che ringrazio, anche per la rapidità di intervento. Il territorio sta facendo la sua parte al meglio, ma l'opera di scavo da realizzare è colossale e necessita di aiuti importanti». Già nel corso del primo giorno di indagine, condotto sotto la Direzione Scientifica della Soprintendenza Archeologia della Toscana, sono venuti alla luce cospicui resti di murature pertinenti ad uno degli anelli interni della cavea e la porzione di uno dei muri radiali dell'edificio.

Aumentano i visitatori a Volterra con un forte incremento di turisti stranieri. E’ la fotografia scattata dall’Ufficio turistico nel periodo compreso tra l’1 gennaio e il 31 agosto 2015. «Il miglioramento delle presenze è un dato molto soddisfacente – dichiara l’assessore al turismo del Comune di Volterra Gianni Baruffa – e molto hanno inciso le numerose attività organizzate in questi primi otto mesi dell’anno grazie al supporto delle associazioni e degli enti che hanno collaborato con l’amministrazione comunale. E' però evidente – prosegue l’assessore Baruffa - la necessità di migliorare ancora di più l’offerta. Ci sono ancora tante opportunità da sfruttare e questo inverno lavoreremo senza sosta per migliorare tutto il sistema che comunque ha già dimostrato di tenere molto bene». Nel dettaglio nei primo otto mesi dell’anno sono stati 186022 i visitatori che hanno scelto Volterra come meta delle loro vacanze con un aumento del 2,88% rispetto allo stesso periodo del 2014. In particolare sono stati 50385 (+1,73%) gli italiani e 135637 (+4,34%) gli stranieri. Per quanto riguarda il turismo italiano, i visitatori provengono maggiormente dal centro nord con particolare affluenza dalla Lombardia, mentre tra gli stranieri i Paesi di maggiore provenienza sono Polonia, Scandinavia, Francia, Olanda, Belgio, Stati Uniti e Germania. Segnali di crescita, seppur piccoli, arrivano dalla Cina, Corea e India. Numerosi sono stati gli eventi di richiamo per i turisti: dallo “Shopping sotto le stelle” allo “sbaracco” realizzato in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale. «Una collaborazione sempre più stretta con l'assessore alla Cultura Alessia Dei – ha aggiunto l’assessore Baruffa - ha potuto concentrare sforzi e risorse per trovare soluzioni importanti ma sempre più spesso low cost. L'investimento più importante è stato fatto per Expo e FuoriExpo che grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio e la CRV spa ha garantito una presenza quasi costante a Milano durante l’evento più importante dell’anno. Nei sei mesi di Expo Volterra è stata presente ben 6 volte, con progetti vari e sempre in collaborazione con tanti altri Comuni».

Redazione Nove da Firenze