Rubrica — Mostre

Amedeo Modigliani ritorna in Provenza

Protagonista al Musée Bonnard di Cannes, sino al 3 novembre 2019, in una selezione di opere della Collezione Nahmad, una delle più vaste collezioni private al mondo


La Provenza è stata il luogo d’elezione dei pittori, degli impressionisti in special modo. Lo fu anche per Amedeo Modigliani, che con il suo grande amore, la pittrice Jeanne Hébuterne, vi si trasferì, dopo che lei era rimasta incinta. Fu proprio a Nizza che nel novembre 1918 nacque la loro prima figlia e si devono proprio a questo periodo una gran produzione di dipinti, che sarebbero diventati tra i suoi più popolari e di maggior valore.

Da qualche settimana il pittore livornese è tornato a Cannes, protagonista al Musée Bonnard sino al 3 novembre 2019 di una selezione di opere della Collezione Nahmad, una delle più vaste collezioni private al mondo. Per la mostra alla struttura di Le Cannet «Dall’Impressionismo a Bonnard e Picasso», sono state scelte 40 opere raramente esposte, tra cui la «Giovane donna con camicia a righe» dipinta da Amedeo Modigliani nel 1917.

Per chi ha qualche giorno libero, e nelle prossime settimane può permettersi il lusso di una breve vacanza in Provenza, un altro dipinto del 1919, La blouse rose [Abito rosa], si trova al Museo Angladon – Collezione Jacques Doucet uno dei più attraenti musei di Avignon. Situato nel cuore della città, si colloca in uno splendido edificio del XVIII secolo, concepito come una casa-museo, secondo i desideri testamentarie dei suoi fondatori, gli artisti Jean Angladon (1906-1979) e Paulette Martin (1905-1988). Un altro dipinto di Modigliani è custodito al Museo dell'Annonciade si trova nel porto di Saint-Tropez, in quella che una volta era una cappella, che aveva già ospitato una sua mostra monografica nell'estate del 2010.

Amedeo Modigliani aveva lasciato Livorno piuttosto giovane. Nel 1902 s'iscrisse alla "Scuola libera di Nudo" di Firenze, ma già nel 1906 Modigliani aveva raggiunto Parigi, che all'epoca era il punto focale dell'avanguardia. Il suo soggiorno provenzale durò circa un’anno perché, a causa delle condizioni di salute e di indigenza, il pittore nel 1919 fece ritorno a Parigi dove sarebbe morto appena un anno dopo, all’età di 35 anni.

Mostre — rubrica a cura di Nicola Novelli

Nicola Novelli

Nicola Novelli — Fondatore e Direttore responsabile di Nove da Firenze, dal 1997 il primo giornale on line fiorentino. Laureato in Scienze Politiche è giornalista pubblicista dal 1989. Dal1999 presiede Comunicazione Democratica, associazione di promozione sociale che edita www.nove.firenze.it. Per 5 anni consigliere regionale dell'Ordine dei Giornalisti della Toscana, attualmente è tesoriere della Fondazione OdG Toscana

E-mail: direttore@nove.firenze.it