​Allarme nella notte: furto su auto in sosta, sotto al Comando della Municipale

Gli operatori della Centrale Operativa del Comando di Porta al Prato hanno sentito urla provenire dalla strada


Hanno rubato alcuni oggetti da un’auto nel cuore della notte, ma non sono riusciti a farla franca grazie al pronto intervento della Polizia Municipale. L’episodio è accaduto stanotte. Erano circa le 1.40 quando gli operatori della Centrale Operativa del Comando di Porta al Prato hanno sentito urla provenire dalla strada e contemporaneamente suonare l’allarme di un’auto.
Affacciandosi alle finestre, hanno notato un ragazzo in bicicletta che, ad alta voce, stava avvisando il personale di un istituto privato di sorveglianza di un furto appena avvenuto e aggiungendo che due persone si erano introdotte in un’auto in sosta ed erano poi scappate con qualcosa in mano verso via delle Porte Nuove.
Gli operatori della Centrale Operativa hanno quindi inviato due pattuglie sul posto che, controllando la zona, hanno individuato e bloccato i due fuggitivi in via Scarlatti anche grazie al contributo del testimone.

Gli uomini sono stati quindi portati negli uffici del Comando per i controlli: è emerso che si trattava di due cittadini peruviani non in regola con la normativa sull’immigrazione (uno senza documenti è stato foto segnalato, l’altro aveva un passaporto del suo paese ma nessun permesso di soggiorno). Durante le procedure di identificazione gli agenti hanno contattato anche il proprietario dell’auto, che abita in zona Porta al Prato, che ha riferito agli agenti che dall’auto erano stati sottratti un foulard, una sigaretta elettronica e un portamonete contenente circa 30 euro in monete. L’uomo ha sporto regolare querela per il furto sulla base anche della versione resa dal testimone. Gli agenti hanno controllato la zona ma della refurtiva nessuna traccia.

Entrambi i cittadini peruviani sono stati denunciati per furto (per cui è prevista la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da 154 euro a 516 euro) e per violazione delle norme sull’immigrazione (prevista un’ammenda da 5.000 a 10.000 euro).

Redazione Nove da Firenze