Rubrica — Fiorentina

Al Ferraris ci vuole una tifoseria appassionata

Sarà il signor Massa a dirigere la gara tra Genoa e Fiorentina del prossimo 29 gennaio


Appuntamento ai campini, al Centro Sportivo intitolato a Davide Astori, in vista della sfida che chiuderà il 2018 e sarà l’ultima prima della lunga pausa di gennaio. Per l’incontro con il Genoa a Marassi il tecnico Pioli non potrà contare su Gerson e Vitor Hugo, squalificati dal giudice sportivo. Occhi puntati sulle condizioni di Mirallas (al rientro) e Milenkovic (noie muscolari), che verranno approfondite venerdì nella rifinitura prima della partenza. Perdurano invece i problemi per Diks. Nonostante la sconfitta interna con il Parma, seguita alla vittoria esterna con il Milan, saranno in buon numero al Ferraris i supporter viola. La trasferta è aperta anche ai non tesserati. La prevendita settore ospiti (già venduti 250 tagliandi) chiude venerdì alle 19 sul circuito Ticketone.

Chiusa l’infelice trasferta a Cagliari, una sfida che non ha portato punti, il Grifone si è ributtato anima e corpo sul terreno di gioco del ‘Signorini’, per puntare in direzione del match di sabato al Ferraris con la Fiorentina (ore 15). L’ultimo impegno del 2018, prima della sosta di quasi un mese. Lo staff ha sottoposto a lavori di semplice recupero chi ha giocato. Addestramenti tecnici, esercitazioni atletiche, partitelle a campo ridotto in attesa di ampliarlo venerdì, quando il gruppo tornerà ad allenarsi a pieno regime, hanno contraddistinto le prove incominciate dagli altri nel poco tempo disponibile. Gunter e Mazzitelli hanno seguito un iter a parte. Nessuna squalifica è attesa dal giudice sportivo. Venerdì al Centro Sportivo Signorini è fissata la rifinitura e poi in serata la squadra si ritroverà in ritiro.

Redazione Nove da Firenze