Aeroporto: si agli investimenti da Toninelli, ma solo di privati

Toccafondi replica: “L'Italia non è il Venezuela di Maduro, non si nazionalizza e le regole si rispettano”


Firenze, 2 febbraio 2019- "Rafforzeremo il polo aeroportuale di Pisa e Firenze, ma senza avvantaggiare chi lo sta gestendo". Lo afferma il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, che in un video pubblicato oggi sui social. Il ministro elenca le opere che il Governo si impegnera' a realizzare e tocca anche il tema dello scalo toscano. Mettendo pero' alcuni paletti. "È una struttura che da' profitti- sottolinea Toninelli- perche' mettere 150 milioni di euro di soldi pubblici, se il concessionario e' privato? Ci mettessero loro i soldi per gli investimenti", manda a dire il ministro.

“Mi meraviglio che il ministro Toninelli non conosca neppure i dossier che riguardano i suo ministero. Quello sull'aeroporto di Firenze è chiaro. Prevede infatti un investimento pubblico insieme ad un investimento privato. Queste sono le regole ed è dovere di un funzionario pubblico come il ministro rispettarle. Perchè, è bene che Toninelli lo sappia, non siamo nel Venezuela di Maduro. Siamo in Italia, una democrazia basata su leggi e una Costituzione. Tutta Firenze vuole la nuova pista di Peretola e non saranno i maldipancia di un improbabile ministro a far cambiare idea ad una intera comunità.” E' quanto dichiarato dal deputato fiorentino Gabriele Toccafondi che commenta così le dichiarazioni del ministro alle infrastrutture oggi su Facebook.

Redazione Nove da Firenze