Calcio, Coppa Uefa: pareggio amaro ad Amsterdam, stop al viaggio in Europa della Fiorentina


La Fiorentina gioca una grande partita ad Amsterdam, domina l’Ajax, ma esce dalla Coppa Uefa.Nel calcio occorre un pizzico di fortuna, quella fortuna che ha caratterizzato alcuni degli ultimi incontri di campionato, ma che è sicuramente venuta a mancare nella doppia sfida con l’Ajax. Se al Franchi, dove i Viola avevano sprecato numerose azioni da goal, il gioco non era apparso del tutto convincente, questa sera ad Amsterdam i ragazzi di Prandelli hanno giocato una gran partita.
La Fiorentina doveva trovare il goal e lo ha cercato fin dal primo momento, schierando una squadra che forte della coppia Gilardino - Mutu e supportata sulle fasce dall’ottima serata di Semioli e Pasqual ha tenuto costantemente sotto pressione la squadra olandese. Nel primo tempo sono Semioli Mutu e Gilardino a creare scompiglio in una difesa non impeccabile. Gilardino serve di tacco Semioli, che si fa anticipare da Vermeer che ha il nome di un grandissimo pittore del Seicento ma che rivela la qualità di un ottimo portiere, che gli permetterà anche, poco dopo, di ipnotizzare Mutu ben servito da un assist di Gilardino. Gli olandesi giocano di rimessa o, meglio, sono praticamente sopraffatti da una Fiorentina che gioca un bel calcio, con spunti di rara qualità tecnica, ma non riesce a trovare il goal. L’unico tiro di rilievo degli olandesi è un tiro di Suarez che Frey devia in angolo. E’ una Fiorentina veloce che attacca sia per vie centrali che sulle fasce. I “lancieri “appaiono abbastanza modesti e confermano l’impressione della squadra vista al Franchi. Si va al riposo con la consapevolezza di una Fiorentina che sta giocando in un modo che non si vedeva da tempo. Purtroppo la brillantezza del gioco ha difficoltà nella finalizzazione.
Nella ripresa un bel lancio di Zauri non è raggiunto per un soffio da Gilardino. L'azione continua e sul corner Gamberini di testa colpisce il palo, la palla arriva a Gilardino ma Vermeer salva tutto. I Viola sono costantemente all’attacco ma il portiere olandese sembra insuperabile. Quando sembra, in virtù dei numerosi tentativi, che la fortuna non arrida ai Viola, si riapre improvvisamente la partita al 60’ quando su splendido lancio di Mutu Gilardino segna un gran goal. Adesso i Viola cercano il goal della qualificazione, mentre l’Ajax comincia a pressare con maggiore insistenza. Prandelli effettua due cambi discutibili: toglie un brillante Semioli e un buon Donadel per inserire Almiron e Jorgensen. I due nuovi entrati costringono in qualche modo ad arretrare il baricentro, consegnando metri di campo agli Olandesi che provano a cercare il pareggio, che raggiungono con Leonardo, grazie a un rimpallo e ad alcune indecisioni a tre minuti dalla fine, quando le due squadre sembravano prepararsi ai tempi supplementari. Un risultato che qualifica l’Ajax e condanna una Fiorentina che ha giocato sicuramente meglio degli Olandesi, ma non è riuscita a concretizzare l’indubbia superiorità tecnica. Un elogio alla squadra e molte perplessità sui cambi operati da Prandelli. Non si possono inserire in una partita così importante un giocatore come il danese, al rientro dopo molti mesi, e uno come Almiron che non gioca mai e che nelle rare volte che ha giocato ha tradito sempre le aspettative, come ha fatto anche questa sera, dando origine con un suo errore in chiusura all’azione del goal olandese.
Amareggiato Prandelli nel dopo gara: “Purtroppo non siamo stati fortunati, costruendo molte palle gol. Loro hanno pareggiato un su un rimpallo. Ci è mancato il rimpallo giusto, per il resto nulla da dire a nessuno. Hanno cominciato a premere di più dopo il nostro gol. Noi però non abbiamo corso nessun rischio tranne quello del gol. Non siamo stati fortunati, forse a forza da dirlo ce la siamo gufata...
I cambi? Donadel era ammonito e arrancava e per questo l'ho sostituito. Franco era affaticato è ho dovuto toglierlo... Ci sono state tante situazioni importanti. Adesso dobbiamo ripartire in campionato, con la convinzione che si possa fare la gara anche in trasferta. Abbiamo giocato a testa alta contro tutti, anche contro squadre come Bayern e Lione che negli ultimi giorni hanno fatto grandi gare. La realtà è che tutti quelli che adesso giocano nella Fiorentina sembrano scarsi.
Siamo delusi e amareggiati, nelle due partite chi ha creato di più è stata la Fiorentina. Abbiamo fatto una grande prestazione e preso gol su un rimpallo. Giocavamo con Mutu centrale, e Gilardino cercando di sfondare al centro, poi ho visto dei giocatori affaticati ed ho fatto i cambi, ma la rete, lo ripeto, è arrivata su un rimpallo...
A Firenze ci dicono che siamo fortunati e magari ci stanno un po' gufando, meglio non dirlo troppo. Stasera la Fiorentina ha gestito molto bene la gara...
All'andata abbiamo avuto quattro palle gol e loro hanno segnato con un tiro...
I cambi? Chi ho tolto aveva dato il cento per cento e non ne aveva più...
Contraccolpi? Non direi avremo la testa al campionato, ma lotteremo per mantenere il quarto posto, anche se sappiamo che sarà difficile"
. Sportivo l’allenatore olandese Marco Van Basten che ha dichiarato: "Siamo stati stasera molto fortunati, la Fiorentina ha dominato per quasi 90 minuti. Abbiamo avuto tante difficoltà, erano più veloci, più intelligenti e più furbi. Potevamo solo limitare i danni, prolungare la partita e sperare in un colpo e in un pareggio. Siamo stati fortunati in quello. Nelle sostituzioni ho avuto la meglio io? Abbiamo avuto problemi veri per sessanta minuti, poi dopo il loro gol abbiamo rischiato. Si vedeva che loro erano più forti e abbiamo cambiato il modo di giocare".
Alessandro Lazzeri
Ajax-Fiorentina 1-1
Ajax: Vermeer, Oleguer, Vermaelen, Vertonghen, Lindgren (70'Leonardo), Emanuelson, Sulejmani (92'Alderweireld), van der Wiel Suárez, Gabri (79'Anita), Enoh A disp: Gentenaar, Bakircioglü, Aissati, Leonardo, Anita, Schilder, Alderweireld All: Van Basten.
Fiorentina: Frey, Zauri (89'Jovetic), Gamberini, Kroldrup, Pasqual; Donadel (72' Almiron), Melo, Montolivo; Semioli (68'Jorgensen), Gilardino, Mutu. A disp: Storari, Dainelli, Vargas, Gobbi, Jorgensen, Almiron,Jovetic. All: Prandelli.
Arbitro: Johannesson (SVE)
Reti: 60'Gilardino, 88' Leonardo
Ammonizioni: Enoh, Donadel, Lindgren, Mutu, Zauri

Redazione Nove da Firenze