Balnearia: bici acquatica dimagrante e lettini abbronzanti automatizzati


Chi vuol vedere in anteprima le novità, davvero tante, che troveremo in spiaggia nell’estate 2009, deve visitare Balnearia, il salone professionale delle attrezzature e arredo esterno che si tiene a CarraraFiere da domenica 1 a giovedì 5 marzo. Fra le tante ecco una prima serie di segnalazioni.
Per chi vuol godere la spiaggia abbronzandosi senza dover chiedere di essere spalmato con creme protettive ed olio solare, c’è il kit Aurora System , il primo sistema brevettato in Italia che permette di rinfrescarsi stando comodamente sdraiati sul lettino senza il minimo sforzo. Il Kit spruzza automaticamente i patiti della tintarella evitando stress e scottature.
Per chi non può fare a meno della dose quotidiana di moto c’è la It Bike, un mezzo acquatico che monta pedali e seggiolino su uno scafo in plastica o vetroresina. È lungo oltre due metri e può raggiungere, in acqua, una velocità di ben undici chilometri orari, è in grado di sostenere pesi fino a 159 chili e garantisce un consumo orario di calorie: dalle 105 alle 155.
Per chi preferisce il relax sotto l’ombrellone ma con bibite e spuntini ci sono vassoi e ciotole d’autore di Mebel, leader nella realizzazione di articoli in melamina, che presenta la collezione Small Entities, firmata dal designer Marco Maggioni. Si tratta di vassoi, piatti, ciotole e gli altri articoli colorarti e resistenti che trovano un perfetto impiego presso alberghi, agriturismo, bar e ristoranti sulla spiaggia. Finalmente un tocco di classe al break pomeridiano in una giornata assolata ma anche all’happy hour alla moda che inaugura la notte estiva. Sono stati premiati ed esposti al MoMa di New York per la ricercatezza delle forme e il valore del design. Fra le novità più …. acquatiche c’è il natante “Ambilo”, un “pedalò” rivoluzionario (foto allegata) che dispone di comandi a mano e a pedale con manigliera tali da permettere alle persone con disabilità agli arti inferiori di abbandonare stampelle e sedia a rotelle e mettere in movimento il mezzo, con le proprie forze, insieme ai normodotati. Il progetto è stato curato e realizzato dall’Associazione onlus “Handy Superabile” ospite nello spazio di Indigo produttore di pattini e pedalò. Per chi invece pensa alla sicurezza c’è il prototipo di un Kit di Salvataggio, messo a punto da Riccardo Iacopetti, un tecnico che, sfruttando anche le sue esperienze di bagnino provetto ha realizzato il prototipo di un giubbetto di salvataggio che protegge da ogni tipo di avversità è studiato per affrontare le situazioni più proibitive quando le condizioni del mare non permettono l’uso di moto d’acqua o patini. Garantisce grande galleggiabilità e protegge gli organi vitali. Per il momento solo un prototipo ma con un partner tecnico all’altezza può diventare un successo tecnico e commerciale.

Redazione Nove da Firenze