Storie di cinema: il festival della sceneggiatura ospita Monicelli


Grosseto, 26 novembre 2008- Venti proiezioni in tre giorni di programmazione, tanti ospiti e ancora una volta la sceneggiatura protagonista alla diciassettesima edizione di Storie di cinema, il festival dedicato alla scrittura per il grande schermo che si inaugura venerdì 28 novembre al cinema Stella di Grosseto. Con una sorpresa nell'ultimo giorno, domenica 30 novembre, quando oltre alle consuete proiezioni e premiazioni, il pubblico della manifestazione potrà ascoltare Mario Monicelli che interverrà in occasione della presentazione del suo documentario "Vicino al Colosseo….c'è Monti". Ad aprire il festival sostenuto dalla Provincia di Grosseto, Comune di Grosseto e Monte dei Paschi di Siena – Filiale di Grosseto, venerdì 28 novembre alle ore 17.00 è il documentario "Soltanto un nome nei titoli di testa" di Daniele Di Biasio, evento organizzato in collaborazione con il Clorofilla film festival, per rendere omaggio a uno degli sceneggiatori italiani più importanti a quasi un anno dalla sua scomparsa. Dopo la proiezione a tracciare un ricordo "a più voci" di Pirro saranno il regista e il giornalista – sceneggiatore Andrea Purgatori. I film del concorso, premiati da pubblico e giuria degli studenti, in equilibrio tra commedia e impegno, saranno il filo conduttore delle tre giornate. Immigrazione, storie di straordinaria solidarietà, sfruttamento nel lavoro saranno i temi di questa edizione con "Billo Il Grand Dakhar", opera seconda di Laura Muscardin, la storia quasi vera di un sarto senegalese che cerca fortuna in Italia, poi l'impegno del clown Miloud nelle strade di Bucarest in "Pa-ra-da" di Marco Pontecorvo e ancora la vita nelle piantagioni di canapa di "Haiti Cherie" di Claudio Del Punta fino alla romanità un po' nostalgica di "Chi nasce tondo" di Alessandro Valori. E ogni film sarà presentato in sala da chi ha partecipato alla lavorazione: dal regista Alessandro Valori ai produttori Bruno Restuccia e Giuliana Del Punta per "Haiti Cherie", lo sceneggiatore Roberto Tiraboschi per "Pa-Ra-Da" e i produttori-attori Marco Bonini e Paolo Gasparini per "Billo". Per le scuole sabato il film proposto è "Birdwatchers – La terra degli uomini rossi" di Marco Bechis: un'opera d'impegno sul dramma degli indios in Amazzonia. I bambini nel pomeriggio avranno le loro "Storie animate": due cartoni pieni di valori e sentimenti con l'elefante Ortone protagonista di "Ortone e il mondo dei Chi" e con il supereroe "Underdog". L'incontro con l'autore di sabato 29 novembre è con uno dei migliori tra i giovani sceneggiatori italiani: Michele Pellegrini che parlerà di "Non pensarci", la commedia di Gianni Zanasi che è stata la sorpresa della scorsa stagione cinematografica. Sempre sabato sono previsti due appuntamenti nel pomeriggio: con Digital Story, la vetrina dedicata ai giovani videomakers della provincia di Grosseto e a seguire con la presentazione di "Un paese diverso", il documentario di Silvio Soldini e Giorgio Garini sul mondo delle cooperative con aperitivo in chiusura offerto da Unicoop Tirreno. Insomma tre giorni ricchi di appuntamenti che porteranno a Grosseto registi, produttori, attori, sceneggiatori impegnati a interagire con il pubblico per promuovere i loro film ma anche per innescare curiosità attorno al processo creativo che genera poi le immagini. E con un evento clou rappresentato dalla presenza di Mario Monicelli, una delle figure più significative della nostra cinematografia: un ospite di rilievo per una manifestazione che sta per diventare maggiorenne. Storie di cinema è realizzato dall'Associazione Nickelodeon con la direzione di Francesco Falaschi e Alessio Brizzi con la collaborazione del Cinema Stella e del Dopolavoro Ferrovieri.

Redazione Nove da Firenze