Il rilancio della stazione S.Miniato-Fucecchio


SAN MINIATO, 13/03/2007. Nuove prospettive per la stazione ferroviaria di San Miniato-Fucecchio. Grazie all’azione congiunta dei due Comuni e di Trenitalia, nei locali che prima erano di servizio al traffico dei treni troveranno sede un’agenzia viaggi e spazi culturali per giovani e associazioni. Il tutto senza far perdere ai viaggiatori il servizio di biglietteria ferroviaria. A spiegare l’operazione di rilancio, fortemente voluta dalle due Amministrazioni comunali, sono Angelo Frosini, sindaco di San Miniato, e Claudio Toni, sindaco di Fucecchio. “Sono due gli ambiti attraverso i quali daremo nuova vita e nuove funzioni sociali alla stazione di San Miniato-Fucecchio –dicono i due sindaci- preservando un ambiente urbano che altrimenti rischierebbe di rimanere inutilizzato”. “Il primo ambito –precisa Frosini- vede impegnato il Comune di San Miniato a prendere in affitto una parte della stazione ferroviaria per realizzarvi il progetto ‘La stazione/Macchine creative in movimento’. Si tratta di un progetto elaborato da alcune associazioni di promozione sociale della zona che prevede la creazione, negli ex locali della stazione, di spazi dedicati alla creatività giovanile, alla musica, al teatro, alle arti visive. In questo modo daremo vita ad un’area che altrimenti rischierebbe la dismissione e forniremo spazi di aggregazione sociale in cui si potrà liberare la creatività individuale e di gruppo, dando ad essa adeguati strumenti di consapevolezza e di lavoro. I nostri uffici stanno lavorando al progetto esecutivo con l’obiettivo di cominciare i lavori entro il 2007”. “Il secondo ambito –riprendono Toni e Frosini- riguarda invece più da vicino i servizi ai passeggeri. Nei giorni scorsi Trenitalia ci ha confermato che il servizio di biglietteria ferroviaria alla stazione di San Miniato-Fucecchio sarà gestito attraverso l’agenzia Equipe Viaggi. Equipe Viaggi potrà fornire, oltre a quelli ferroviari, anche tutti gli altri servizi commerciali per la quale è abilitata e il cambiamento non comporterà svantaggi per i viaggiatori, che in stazione potranno continuare a trovare sia i biglietti per il traffico regionale sia quelli per lunghe percorrenze. Per l’acquisto di biglietti regionali Trenitalia ha anche confermato che manterrà in stazione la macchina di emissione automatica e che il programma di potenziamento dei punti vendita esterni in bar, tabacchi, edicole eccetera sarà operativo entro il prossimo mese di luglio”. “Equipe Viaggi –concludono i due sindaci- dovrà adattare i locali della stazione alle proprie esigenze commerciali e quindi dovrà procedere ad alcuni lavori. Così, a partire dal 19 marzo ci sarà un periodo di interruzione del servizio in stazione, durante il quale i cittadini potranno acquistare i biglietti sia alla macchina di emissione automatica sia presso gli attuali punti vendita abilitati. Disagi temporanei che saranno ampiamente compensati dai benefici futuri”. (dp)

Redazione Nove da Firenze