Empoli: per la prima volta in Italia un programma per istruire pazienti e personale medico su erbe e tisane


Per la prima volta in Italia, nei cinque ospedali dell’Asl 11 (di Empoli, Castelfiorentino, Fucecchio e San Miniato) inserita una nuova figura professionale: l' erborista laureato, il quale educherà all’uso delle erbe per il mantenimento della propria salute. Dal mese di settembre 2005 parte infatti “Herbs Educational Program”: un programma ideato dal Centro Clinico di Medicina Naturale dell’Asl 11 di Empoli, diretto dal dottor Fabio Firenzuoli, che prevede una serie di attività di educazione e informazione sulle piante medicinali rivolte a pazienti ricoverati, al personale sanitario e agli stessi erboristi. Nella foto allegata l'equipe del dr. Firenzuoli e la dr.ssa Luisa Di Simone, la nuova erborista del gruppo.

I degenti potranno, dunque, entrare in contatto con i rimedi naturali, ed in particolare con le tisane. Ogni giorno, infatti, oltre al classico tè e alla camomilla, nei vari reparti ospedalieri saranno servite due tisane (preparazioni originali), ad attività antiossidnate e rilassante. Inoltre, un pomeriggio alla settimana i degenti avranno la possibilità di partecipare agli incontri con l’erborista così da poter apprendere le varie caratteristiche e proprietà delle erbe degustate sotto forma di tisana.

Il professionista risponderà alle loro domande chiarendo anche eventuali dubbi ed educando alla salute. Attraverso gli incontri, ma anche tramite pieghevoli e materiale informativo specifico, i pazienti ricoverati nei quattro ospedali dell’Asl 11 potranno approfondire alcuni aspetti della medicina naturale (dalle problematiche scientifiche alle avvertenze) e conoscere gli usi popolari delle erbe stesse.

Nello specifico, il programma prevede anche una sessione denominata “etnomedicina”. In pratica, saranno raccolte tutte le segnalazioni spontanee da parte dei cittadini sugli usi popolari delle erbe. In collaborazione con l’Università di Pisa, i dati saranno poi pubblicati a cura del Centro Clinico di Medicina Naturale in un opuscolo dedicato appunto agli usi tradizionali delle erbe nel territorio di competenza dell’Azienda sanitaria locale vale a dire nell’Empolese Valdelsa e nel Valdarno Inferiore. E questo allo scopo di conoscere meglio la medicina popolare del luogo, analizzandola da un punto di vista scientifico. Inoltre, saranno pubblicati i nomi di tutti coloro che avranno collaborato segnalando curiosità e credenze.

Ogni lunedì, nei locali dell’ospedale, il professionista sarà anche a disposizione degli stessi erboristi per ricerche guidate sulle banche dati, con la possibilità di visionare testi, articoli scientifici e riviste del settore. Un’opportunità per gli erboristi di crescere e di documentarsi con gli esperti di medicina naturale, ma anche un modo per i professionisti di confrontarsi e collaborare a favore della ricerca. In collaborazione con l’unità operativa di Educazione alla Salute sarà poi promossa un’attività di informazione anche nelle scuole del territorio. I servizi sono tutti gratuiti.

Redazione Nove da Firenze