Al Macrolotto di Prato dal 19 al 21 aprile il mondo dei filati in mostra per l’inverno 2006/07


Arriva la primavera e tornano i filati rappresentati dagli agenti pratesi. Dai distretti tessili francesi così come da quelli della Svizzera, della Germania, dell’Austria, dell’Inghilterra e dell’Italia, le ultimissime novità nel settore dei filati giungono per la quarta volta direttamente a casa nostra, nel cuore del distretto. Un’occasione che richiama a Prato, operatori tessili, lanifici, maglifici e terzisti del distretto naturalmente, e di tutta la penisola. Fin dalla sua prima edizione infatti, il salone dei rappresentanti, ha saputo far parlare di sé per la qualità dell servizio offerto alla clientela.

Misti lana, filati di seta e lanieri ma anche filati di viscosa, di ciniglia e fioccati, sono solo alcuni dei prodotti che troveranno spazio all’interno dei 34 stand delle altrettante agenzie di rappresentanza, per una scelta che può spaziare tra gli oltre 300 campionari in mostra dal 19 al 21 aprile nel nuovo stabilimento della ditta Alberto Bardazzi, all’angolo tra via dei Fossi e via Toscana.

L’eccellenza dei filati made in Europe, prerogativa fondamentale dei prodotti presentati al salone di Rappresentando, torna dunque a essere ospite del distretto tessile. La creatività, l’innovazione e la ricerca di questi filati, saranno le regine indiscusse della fiera allestita in un’ala del nuovo magazzino della ditta. Quattromila metri quadrati di superficie a disposizione dei rappresentanti e di coloro che erogano servizi collaterali al tessile, delle aziende che nobilitano i tessuti piuttosto che di quelle impegnate nella realizzazione di software e cad tessili e ancora delle tipografie per campionari e degli istituti finanziari. Dai filati alla nobilitazione del tessuto quindi, passando per le diverse fasi del processo produttivo. “Quando due anni fa decidemmo di far tornare una fiera tessile a Prato – spiega Enrico Cenni, presidente della società Exponendo che organizza l’evento – il nostro obiettivo fu prima di tutto quello di offrire un servizio altamente qualificato ai nostri clienti, sicuri del fatto che qualsiasi prodotto in mostra al salone sarebbe stato frutto della creatività, dell’ingegno e della ricerca dei produttori europei. Un fondamento questo, che ha permesso a Rappresentando di affermare la propria posizione nel panorama fieristico nazionale. Sì perché, nonostante la concorrenza dei paesi extraeuropei, quello che premia le nostre aziende oltre che la qualità è la novità e lo stile degli articoli”.

A Rappresentando possono partecipare il piccolo converter come l’azienda di medie e grandi dimensioni ovviamente alla ricerca di materiali assolutamente nuovi.

Del resto la fiera è nata con l’intento di garantire prima di tutto, un servizio di qualità raccogliendo su un'unica piazza i campionari qualitativamente migliori prodotti dalle imprese dei paesi dell’Europa occidentale. Un evento realizzato con il patrocinio di Camera di Commercio, Comune e Provincia di Prato che vuole rinnovare l’impegno e la determinazione di questi rappresentanti, caratteristiche necessarie per garantire un servizio alla realtà produttiva e commerciale pratese e non.

“Una fiera nata per rilanciare l’immagine di un distretto, quello di Prato, nel quale operano quei tecnici che il mondo ci invidia – riprende Cenni –. Disegnatori capaci di rilanciare il prodotto pratese, che anche in questa stagione invernale è già molto richiesto dal mercato”.

Redazione Nove da Firenze