Si incatena davanti alla Regione per alcune ore


FIRENZE- Questa mattina un imprenditore di Bibbona (Livorno) si è incatenato per alcune ore di fronte alla sede della Regione in via di Novoli per denunciare una situazione di abuso edilizio relativa a un edificio connesso a uno stabilimento balneare di Marina di Bibbona. L’imprenditore è stato lungamente ascoltato dai dirigenti regionali del settore che hanno poi fornito all’uomo tutti i chiarimenti necessari. Successivamente ha anche potuto incontrare l’assessore regionale all’urbanistica Riccardo Conti: e proprio dopo il colloquio con l’assessore ha deciso di concludere la sua protesta.
Sulla questione specifica, gli è stato spiegato sia dall’assessore che dai tecnici regionali, non vi è una competenza regionale: in materia di edilizia alla Regione spetta il compito di disporre le leggi di riferimento, non di applicarle ai casi singoli. Tuttavia, nei giorni scorsi il Comune di Bibbona ha chiesto un parere proprio alla Regione, parere che sarà puntualmente fornito entro pochi giorni e che il Comune potrà utilizzare nell’ambito della propria autonomia.

Redazione Nove da Firenze