Su Internet tutto il patrimonio naturalistico della Toscana


FIRENZE- Dove è stato avvistato nell'ultimo anno il lupo? Dove crescono in Toscana le orchidee? Esistono ancora dei "relitti glaciali"? Bisogna andare a Pantelleria per ammirare le tartarughe marine e in Camargue per i fenicotteri rosa, o anche la Toscana offre spettacoli di questo tipo? E' a domande come queste che da ora è possibile trovare risposta anche su Internet, grazie al progetto regionale Re.Na.To. (Repertorio Naturalistico Toscano), una grande iniziativa di riorganizzazione delle conoscenze sulle "emergenze" relative al patrimonio naturalistico della nostra regione che l'Arsia ha attuato su incarico della Direzione generale delle politiche ambientali e territoriali della Regione Toscana.
E' un patrimonio di conoscenze a cui tutti potranno accedere e che potrà interessare e coinvolgere non solo un'utenza più specialistica - legata al mondo delle università e degli istituti di ricerca - ma anche le amministrazioni pubbliche, le scuole, gli appassionati di scienze naturali. Sarà infatti possibile registrarsi o come utente "specialistico", per esempio nel caso di soggetti direttamente interessati ad aspetti di pianificazione del territorio o di conservazione della natura, oppure come utente "comune", per la sola consultazione, e utilizzare così la navigazione in Internet per selezionare elementi di fauna, flora ed habitat che necessitano di particolare tutela ed utilizzare le conoscenze esistenti su di esse.

Redazione Nove da Firenze