Abbate ( Forza Italia ) chiede una piazza per le vittime del comunismo


«Una piazza intitolata alle vittime del comunismo». Lo propone il consigliere di Forza Italia Valerio Abbate. «Sui morti provocati dal comunismo c'è stata e c'è, non solo in Italia, una gigantesca rimozione - ha sottolineato Abbate - la storia del secolo appena trascorso ha rivelato che la pratica dello sterminio di massa da parte dello Stato o di partiti Stato non è stata un'esclusiva nazista o fascista: milioni di persone sono vittime del comunismo in Unione Sovietica ed in altri paesi del mondo. E non mi riferisco solo ai milioni di ebrei, cosacchi, zingari che hanno visto la loro vita spezzata nei campi di prigionia russi, i "Gulag": nessuno, ad esempio, può dimenticare le stragi compiute da Pol Pot in Cambogia o da Mao in Cina. Repressioni, torture, esili e fucilazioni non possono né debbono essere mai dimenticate. Firenze - ha aggiunto il consigliere di Forza Italia - è gemellata con Riga, Kiev e Tirana, città che portano ancora le ferite di tanti anni di dittatura comunista. Intitolare una piazza o una via di Firenze a queste vittime sarebbe un atto di elementare giustizia morale anche nei confronti di queste città che hanno legato la loro storia con la nostra».
(mr)

Redazione Nove da Firenze