Strade del vino: arrivano nuovi finanziamenti


FIRENZE- La creazione o l'ampliamento dei centri di informazione e dei musei della vite e del vino, l'installazione di nuova segnaletica, il sostegno alle aziende per gli interventi di adeguamento agli standard fissati dai regolamenti regionali. A tutto questo serviranno i finanziamenti a favore delle Strade del Vino toscane stanziati dalla giunta regionale nella sua ultima seduta prima della pausa estiva, su proposta dell'assessore all'agricoltura Tito Barbini. Nell'ambito del programma annuale di finanziamento previsto dalla legge 69/1996 ("Disciplina delle Strade del Vino in Toscana"), il governo regionale ha deciso di finanziare 7 progetti, mettendo a disposizione contributi per più di 180 mila euro: risorse che serviranno alla creazione di segnaletica lungo due Strade (Colli di Maremma e Colline Pisane), alla creazione o all'ampliamento dei centri di informazione (Vino Nobile di Montepulciano e Colline Pisane), all'adeguamento degli standard in tre aziende agricole (una a Montepulciano, due a Cortona). "Risorse - ricorda Barbini - purtroppo limitate rispetto a quanto vorremmo impiegare per realtà tanto importanti e tanto apprezzate da visitatori di tutto il mondo. Tuttavia non si esaurisce così il nostro impegno per la valorizzazione degli itinerari enologici e per la promozione del turismo legato ai nostri vini di qualità, ai nostri vigneti, alle nostre cantine. E' un obiettivo che fa parte delle scelte di fondo delle nostre politiche di sviluppo rurale, a favore della qualità e della salvaguardia del retroterra culurale e ambientale delle nostre produzioni".

Redazione Nove da Firenze