Adottate un tabernacolo


E’ l’appello lanciato dall’assessore alla pubblica istruzione, Daniela Lastri, alle scuole fiorentine che parteciperanno al concorso ‘letterario, pittorico e grafico’ legato per il terzo anno consecutivo alla ‘Guarda Firenze’, in programma il prossimo 14 aprile 2002. Oggi è stato presentato il volume ‘Devozione popolare a Firenze – Itinerario di fede attraverso i tabernacoli del centro storico’, di Luciano Artusi ‘’che sarà lo strumento di approfondimento e di osservazione per gli studenti che parteciperanno al concorso, singolarmente o in gruppo’’. In sostanza tutti gli alunni delle scuole che parteciperanno al concorso useranno il volume di Artusi come base per sviluppare i propri lavori che dovranno pervenire, ai diversi punti di raccolta, entro il 6 aprile 2002. Insieme all’appello alle scuole, l’assessore Lastri ne ha fatto un altro ai privati. ‘’Nel corso dello studio di Artusi, che poi si snoda nelle strade del centro storico della città dove passerà la ‘Mini Guarda Firenze’ di 4 chilometri – ha detto l’assessore - è emersa la necessità di molti interventi di restauro nella grande maggioranza di questi tabernacoli. Sarebbe bello se, proprio in quest’occasione, quando i ragazzi delle scuole si interessano ad una delle forme d’arte della tradizione più antica, riuscissimo ad intervenire per sistemare tutti questi tabernacoli’’. Inoltre l’assessore Lastri chiederà all’Istituto d’arte e ai licei artistici se ci sono competenze specifiche, tra gli stessi studenti, per realizzare alcuni di questi interventi. Alle scuole tutto il materiale sul concorso e i depliant sulla Mini Guarda Firenze sarà inviato entro i primi giorni di febbraio. ‘’Devo anche segnalare – ha concluso l’assessore Lastri – che quest’iniziativa, inserita ne ’Le Chiavi della città’, sta avendo sempre più successo: hanno già aderito 40 classi di 18 scuole (10 elementari e 8 medie inferiori), per un totale di 840 alunni; 200 in più dell’edizione del 2001. Ma le iscrizioni sono aperte fino alla metà di febbraio e proprio ieri si sono iscritte altre 4 classi. Alla conferenza stampa erano presenti Luciano Artusi, Elena Toppino della Firenze Marathon che organizza la Guarda Firenze, giunta quest’anno alla trentesima edizione, e Gianfranco Nacci, dell’Uisp. Alla Guarda Firenze è infatti legata anche ‘Vivicittà’, manifestazione agonistica che si svolge in contemporanea in 60 città italiane e in trenta europee, il cui ricavato è destinato ai progetti per l’Africa. Alle due passate edizioni del concorso erano abbinati altrettanti volumi di Artusi: il primo su ‘Antica ospitalità fiorentina – centri di accoglienza per pellegrini’, e il secondo su ‘Arti maggiori e corporazioni a Firenze’. I ragazzi delle scuole elementari e medie inferiori potranno iscriversi gratuitamente alla corsa podistica non competitiva.

Redazione Nove da Firenze