Orari natalizi, deroghe per pubblici esercizi e parrucchieri


Si avvicina il Natale e cambiano gli orari di apertura al pubblico per alcune categorie del commercio. I pubblici esercizi (bar e ristoranti) che osservano il giorno di chiusura settimanale potranno non attuarla (senza bisogno di darne comunicazione al Comune) nel periodo dal 4 dicembre 2000 al 7 gennaio 2001. Inoltre nei giorni 23, 24, 25, 26, 30 e 31 dicembre e 1, 6 e 7 gennaio potranno posticipare l’orario di chiusura all 4.30 del mattino (più mezz’ora di comporto). Anche le discoteche, locali da ballo, night club e locali al chiuso di arte varia, dal 23 al 31 dicembre (compreso) e il 6 e 7 gennaio, potranno posticipare l’orario di chiusura fino alle 6 del mattino (più mezz’ora di comporto). Anche parrucchieri ed estetisti dal 10 al 31 dicembre 2001 potranno derogare all’obbligo di chiusura infrasettimanale e festiva, nonchè determinare liberamente l’orario di apertura nel rispetto della fascia 8-20 (escluso il 31 dicembre, quando dovranno chiudere entro le 18). La chiusura completa sarà obbligatoria il primo e il 7 gennaio 2001; il 6 gennaio potranno restare aperti dalle 8 alle 15; l’8 gennaio potranno derogare all’obbligo di chiusura settimanale. Infine, dal 4 dicembre 2000 all’8 gennaio 2001, gli operatori su area pubblica nei cosiddetti “raggruppamenti turistici” di San Lorenzo, Santa Croce, via dei Gondi, Porcellino, Ciompi (giornaliero), Aldobrandini, Michelangelo, Pellicceria, Borsa Merci, Stazione e Repubblica, potranno derogare dall’obbligo di chiudere i banchi nel giorno di lunedì.

Redazione Nove da Firenze