Forza Italia difende i supermarket Esselunga, La Repubblica difende la Giunta comunale


"Un gruppo di commercianti della zona di Campo di Marte sostiene che la scomparsa di un supermercato può impoverire l’offerta commerciale del quartiere -si leggeva stamani sulle pagine locali della Repubblica- E chiede a gran voce che l’Esselunga di viale De Amicis non chiuda ma continui a funzionare, nonostante gli accordi sottoscritti con Palazzo Vecchio, per cui Esselunga chiude là ma apre un nuovo centro commerciale in via del Gignoro. Altri commercianti di viale Giannotti, all’opposto, sostengono che lo sbarco di una nuova struttura commerciale finisce per «uccidere» il piccolo commercio e «desertificare» il quartiere. Così chiedono a gran voce che la Coop non sbarchi a Gavinana (ma che ci resti l’Esselunga).
Gli unici a non cambiare idea sembrano gli esponenti di Forza Italia: dopo non aver nulla eccepito sul centro commerciale Esselunga di via del Gignoro, si schierano a fianco dei commercianti di Campo di Marte per chiedere di tenere aperta anche l’Esselunga di viale De Amicis; naturalmente si battono a Gavinana contro l’apertura del centro Coop. Proprio ieri, i consiglieri comunali azzurri Bianca Maria Giocoli e Massimo Pieri, assieme al consigliere di Quartiere 2 Antonio Fanfani, hanno promosso una raccolta di firme per tenere aperto «il supermercato di viale De Amicis, da decenni punto di riferimento per centinaia di famiglie». Una petizione, hanno spiegato, che nasce «dalle centinaia di richieste arrivate da residenti e commercianti di Campo di Marte» e che, proprio ieri, si sono ritrovati in quasi cento per dar vita ad un apposito comitato. Piccolo quiz: in quale supermarket i forzaitalioti vanno a fare la spesa?".
«Caro Pietro Jozzelli -inizia così la lettera che i consiglieri comunali di Forza Italia Bianca Maria Giocoli e Massimo Pieri hanno inviato al quotidiano- per rispondere al piccolo quiz che oggi, molto opportunamente, è stato proposto ai lettori del tuo giornale precisiamo che la consigliera Bianca Maria Giocoli è in possesso della carta di socio Conad, un’azienda della grande distribuzione commerciale che fa parte della Lega delle Cooperative mentre il consigliere Massimo Pieri spesso accompagna la madre ad “approvvigionarsi” presso la Coop, della quale è socia. Per ulteriore chiarezza quando la consigliera Giocoli era Presidente del Consiglio di Quartiere 2 fu l’unica ad esprimersi in modo contrario, rispetto alla maggioranza di centrosinistra che governava la città, nei confronti del nuovo insediamento commerciale nell’area ex Fila. Infine i consiglieri Pieri e Giocoli si sono impegnati nella raccolta delle firme riferita al “mostro di Gavinana” solo ed esclusivamente per dare la possibilità ai fiorentini, con il referendum, di esprimersi su tale progetto. Quando i cittadini ci interpellano per sottoporci problematiche che li riguardano siamo abituati a non chiedere se e quale “tessera” hanno in tasca".

Redazione Nove da Firenze