Stato di emergenza per le aree di Massa Carrara e Lucca colpite dalle piogge della settimana scorsa


A chiederlo e' la Regione in seguito agli eccezionali eventi atmosferici che hanno colpito queste zone nelle giornate del 20 e 21 ottobre scorso, provocando notevoli danni, la cui quantificazione in termini economici e' ancora in corso.
La giunta ha deciso oggi su proposta dell'assessore alla protezione civile Mauro Ginanneschi di richiedere alla presidenza del consiglio dei ministri la deliberazione dello stato di emergenza nonche' l'emanazione di un provvedimento eccezionale ed urgente di finanziamento per il ripristino delle opere e delle infrastrutture danneggiate e per il risarcimento dei danni.
In provincia di Massa Carrara i comuni colpiti sono quattordici: Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Licciana Nardi, Massa, Montignoso, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca in Lunigiana.
In provincia di Lucca i comuni sono quindici: Barga, Camaiore, Camporgiano, Castelnuovo Garfagnana, Castiglione Garfagnana, Fosciandora, Gallicano, Lucca, Molazzana, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana, San Romano Garfagnana, Vergemoli, Villa Collemandina, Seravezza.
Nella seduta della scorsa settimana la giunta aveva approvato, sempre su proposta dell'assessore Mauro Ginanneschi, analoga delibera per richiedere lo stato di emergenza per i comuni di Castellina Marittima e Cecina, in provincia di Livorno, colpite nel settembre scorso da una serie di inondazioni causate dalle forti piogge cadute.

Redazione Nove da Firenze