8 maggio giornata internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

La bandiera esposta sui palazzi comunali di Firenze, Sesto Fiorentino, Fiesole e Prato per ricordare l’impegno delle associazioni di volontariato che quotidianamente si dedicano alla missione umanitaria


Da oltre 150 anni, l'8 maggio si festeggia la Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, nel giorno della nascita del suo fondatore Henry Dunant. E' un momento di festa, dedicato ai 17 milioni di volontari in tutto il mondo (160 mila in Italia), durante il quale le 190 Società Nazionali di ogni Stato, si attivano per avvicinare la cittadinanza al movimento della Croce Rossa e far conoscere le attività della più grande Associazione umanitaria al mondo.

In occasione di questa giornata, è stato presentato alle amministrazioni l’Annual Report delle attività 2018, la pubblicazione che raccoglie i numeri e i dati relativi a tutte le attività che i più di 1000 volontari fiorentini svolgono per i più vulnerabili.

Sono orgoglioso di aver presentato l’Annual Report 2018 alle Amministrazioni Comunali dei territori nei quali siamo più impegnati e che queste abbiano accettato l'invito di Anci ad esporre la nostra bandiera in occasione dell'8 maggio” commenta il Presidente Lorenzo Andreoni. “Questo gesto, oltre a rinsaldare il rapporto fra l'Associazione e i vari territori, è un importante riconoscimento per tutti i volontari della Croce Rossa che ogni giorno operano per la comunità”.

Tutti conoscono Croce Rossa Italiana per l’impegno nei servizi di ambulanza e nelle operazioni di soccorso durante calamità ed emergenze, ma l’impegno di CRI per lo sviluppo dell’individuo si estende a decine di altri servizi: la missione dei volontari di Croce Rossa Italiana - infatti - è quella di essere presenti ovunque e per chiunque abbia bisogno di aiuto.

“L’8 maggio è l’occasione per festeggiare un’idea più attuale che mai, quella di Henry Dunant, e celebrare lo spirito di sacrifico e abnegazione dei nostri 17 milioni di volontari delle Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, di cui oltre 160 mila in Italia. Siamo presenti dalle zone di conflitto alle emergenze dovute ai disastri naturali, fino alle tante vulnerabilità quotidiane che non fanno notizia. L’8 maggio è anche il giorno in cui ricordare l’importanza e l’attualità dei nostri Principi fondamentali, tra cui Umanità e Neutralità. E, ancora, è il giorno in cui vogliamo rilanciare il nostro appello per la protezione e il rispetto di tutti i soccorritori e delle strutture sanitarie, nei teatri di crisi come nel nostro Paese e sensibilizzare rispetto al tema dei cambiamenti climatici”, spiega il Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, Francesco Rocca

Redazione Nove da Firenze