Domenica 14 maggio: viaggio dei sensi tra passato e presente

Caccia al tesoro di beneficenza nel Giardino Bardini. Visite guidate nel complesso monumentale di Santo Spirito e al cimitero monumentale ebraico. Il giardino dell'Iris aperto sino al 21 maggio.


Domenica 14 Maggio 2017 i volontari dell’Associazione Tumori Toscana saranno nelle principali piazza di Firenze, Prato e Pistoia con le tradizionali begonie e con delle bellissime confezioni di squisiti biscotti artigianali.

Caccia al tesoro al Giardino Bardini. Sono previsti quattro appuntamenti di un’ora ciascuno (alle ore 10, 12, 15, 17) prenotabili on line per scoprire i segreti del bellissimo parco che si affaccia su Firenze. La partecipazione all’iniziativa, curata dall’associazione Artediffusa, costa € 10,00 ed è gratuita per i bambini sotto i 13 anni. L’incasso è interamente devoluto alla Fondazione Foemina- Fondazione per la maternità e la salute della mamma e del neonato. Per chi non riuscisse a prenotare su internet è possibile presentarsi direttamente a Villa Bardini domenica 14 maggio per entrare in uno dei quattro gruppi previsti oppure visitare soltanto villa e giardino con ingresso ridotto a €6. Per informazioni: tel.055/200.66.214 oppure villabardini@bardinipeyron.it. Sarà possibile visitare anche la mostra Nero su Nero. Da Fontana a Kounellis a Galliani. Nel corso della caccia al tesoro alcuni punti del giardino diventeranno fulcro di interesse: le diverse squadre saranno sottoposte a prove pratiche e di abilità dislocate in luoghi strategici dell'itinerario di visita per giungere ad individuare il vero tesoro nascosto. L'abilità e la velocità verranno premiate! Si consiglia di avere uno smartphone, possibilmente con connessione dati.

 Ancora nuove opportunità di scoperta del complesso monumentale di Santo Spirito grazie alle visite guidate promosse da CoopCulture nel mese di maggio. Domenica 14 maggio, alle 16.30, il secondo appuntamento di un’offerta culturale che porta i partecipanti all’interno di un suggestivo percorso d’arte che prende il via dal refettorio affrescato con l’opera di Bernardo Poccetti le Tre Cene di Cristo. L’itinerario di visita prosegue poi nel chiostro seicentesco, nella sala capitolare, nella sacrestia dove si staglia imponente il Crocifisso ligneo di Michelangelo e infine nella basilica, capolavoro di architettura rinascimentale realizzato nel XV secolo su progetto di Filippo Brunelleschi. Per partecipare è necessario prenotarsi al numero 344 0339446, costo 4 euro a persona, 2 euro (bambini) oltre al biglietto d’ingresso. I prossimi appuntamenti sono in programma per sabato 20 maggio alle 11.30 e domenica 28 maggio alle 16.30. L’apertura del complesso monumentale è giornaliera, a esclusione del mercoledì, con il seguente orario: dalle 10 alle 18 dal lunedì al sabato, dalle 14 alle 18 la domenica e durante le festività religiose, la biglietteria chiude mezz’ora prima. Il biglietto di ingresso ha un costo di 3 euro intero e di 2.50 euro ridotto.

Appena fuori porta San Frediano, in un angolo poco conosciuto agli stessi fiorentini, si trova il Cimitero monumentale ebraico. Un luogo da scoprire ricco di cappelle e monumenti funebri logorati dal tempo ma altamente suggestivi e rappresentativi del mondo ebraico. Eccezionalmente il cimitero sarà aperto e lo si potrà visitare in compagnia di una guida grazie alle due possibilità di visita promosse alle 11 e alle 15.30 dalla cooperativa CoopCulture. Il Cimitero, aperto nel 1777 in viale Ariosto, rimase in attività per circa un secolo fino a quando fu inaugurato il nuovo sito in zona Rifredi. Un alto muro di cinta custodisce con gelosa riservatezza un importante tesoro culturale costituito da cappelle funerarie e monumenti, tra questi spicca quello a forma di piramide egizia in memoria di David Levi, presidente della Comunità ebraica fiorentina. La piramide fu costruita nell'Ottocento e disegnata da Marco Treves, del gruppo di architetti che realizzò anche la Sinagoga di Firenze. Pur prive di figurazioni alcune tombe sono vere e proprie sculture di valore artistico, così come le cappelle funerarie in stile neoegizio e neorinascimentale, fra tutte quella della famiglia Franchetti. Per prendere parte alla visita è necessario presentarsi al cancello del cimitero 15' prima dell'inizio del tour (viale Ariosto 16), prenotazione obbligatoria al numero 055 234 6654 o sinagoga.firenze@coopculture.it. L'attività ha un costo di 9 euro a persona che è consigliabile pagare anticipatamente.

In occasione dell'iniziativa Balabrunch con autore che si terrà sempre domenica 14 maggio nella sede della Comunità ebraica i partecipanti al brunch avranno uno sconto sul biglietto di ingresso (solo 7 euro). 

Dalle 8 alle 19.30, in piazza Buondelmonti, a Impruneta, la Proloco Impruneta presenta “Imprunetissima”, fiera promozionale con operatori di vario genere in occasione della Festa della Mamma. Truccabimbi, baby dance, disegni e fiabe gratis per tutti. È un'iniziativa dell'Unione Artigiani Italiani e della Piccole e Medie Imprese (sede provinciale di Firenze). Viabilità: dalle 7 alle 20 di domenica 14 maggio divieto di circolazione e di sosta a tutti i veicoli, con rimozione forzata, in tutta l'area pedonale e area parcometro di piazza Buondelmonti. Sempre in piazza Buondelmonti, a Impruneta, per l'intera giornata, “Azalea della Ricerca”, a favore dell'Associazione Italiana Ricerca Cancro (Airc). Dalle 9 fino a sera, in piazza Buondelmonti, Mangiasano, biomercatino sano, locale e solidale, con i Gruppi di Acquisto Solidale (Gas) del Chianti Fiorentino: ortaggi, frutta, formaggi, salumi, pane, vino, olio, dolci marmellate, farine, pasta, detersivi, saponi, cosmetici, abbigliamento, libri, riviste e tanta informazione. Dalle ore 11: “Mangiasano ai fornelli”, con due giovani cuoche, tartellette e crostatine farcite con molta fantasia.

Il weekend del Mugello è punteggiato da numerose iniziative, come il festival per bambini e ragazzi "Mugello da Fiaba" e le visite con Mukki alle "Stalle Aperte" sulla "Via del latte". E poi la rassegna "Estemporanea", lo sport con il "Bilancino Sport Festival" e l'Iron Lake" ma anche le iniziative della "Settimana rosa". Inoltre, incontri culturali, spettacoli, escursioni, visite guidate, mercatini.

Quanto latte produce ogni giorno una mucca? Cosa mangia? E dove pascola?
Per dare una risposta a queste normali ma curiose domande, Mukki dedica una giornata intera alla scoperta della vita di fattoria. Torna infatti l’iniziativa “Stalle Aperte nel Mugello”, un’occasione imperdibile per visitare molte delle aziende agricole dove si produce il latte Selezione Mugello. La vita di fattoria, con i suoi turni serrati e impegnativi, non consente facilmente di effettuare visite, ma domenica prossima dalle 9 del mattino alle 12 e dalle 14 alle 18, sarà possibile assistere al lavoro quotidiano nelle stalle, conoscere gli animali, le loro abitudini e la natura che li circonda.
Ogni ora, da Borgo San Lorenzo nei pressi di Villa Pecori Giraldi, partiranno dei pulmini gratuiti che condurranno alle stalle visitabili più vicine, altrimenti si possono raggiungere le fattorie anche con il proprio mezzo. Oltre alla visita delle fattorie lungo la Via Del Latte, la festa si svolge all’interno del parco di Villa Pecori Giraldi di Borgo San Lorenzo, dove Mukki allestisce numerosi stand dove degustare prodotti, vedere l’esposizione di mucche e vitellini e assistere alla mungitura a cura degli allevatori mugellani. Durante tutta la giornata, sempre a Villa Pecori Giraldi, sarà possibile partecipare anche alla terza edizione di Mugello da Fiaba, il festival dedicato a bambini e ragazzi che quest’anno ha come tema “Gli animali nelle fiabe”. Per i più piccoli ci saranno quindi laboratori, esposizioni, spettacoli e tanto altro da fare e da vedere.

Domenica 14 la seconda giornata di Barberino in Fiore si inaugura di buon mattino, alle ore 7.30, con “Pedalando nel Chianti in fiore”, raduno ciclo-turistico di fondo e mediofondo con partenza alle ore 8.30, organizzato da Tafani Bike. Dalle ore 10 alle ore 20 è aperta la mostra mercato. Il pranzo in fattoria, in programma alle ore 12.30, offre la possibilità di degustare produzioni tipiche della Fattoria Pasolini dall’Onda Borghese, nel cuore di Barberino, visitare le cantine medievali e i sotterranei del castello. Il centro storico continuerà ad animarsi nel pomeriggio, dalle ore 16, con la banda itinerante “BadaBimBumBand”, costituita da sassofonisti e percussionisti. Nei giorni della festa sarà allestita una mostra di pittura di Fiorella Lisi. Inoltre nei locali del Barrino si terrà una fiera di beneficenza e un punto ristoro organizzato dalla Caritas parrocchiale.

Il concorso Concorso internazionale dell'Iris di Firenze si è svolto dall'8 al 13 aprile in concomitanza con l'apertura del Giardino, fruibile fino al 21 maggio, al piazzale Michelangelo. Il Giardino nasce nel 1954 con lo scopo di dare ospitalità ad un Concorso Internazionale annuale per le migliori varietà di Iris, il “Premio Firenze2, su iniziativa di Flaminia Specht e Nita Stross Radicati, membri della Società Italiana Amici dei Fiori ed appassionate ibridatrici. Il loro particolare interessamento rese possibile allestire la manifestazione nella città di Firenze, ritenuta la sua sede naturale per il legame che essa ha sempre avuto nella storia con questo fiore, tanto da avere nel Gonfalone, come emblema, un’Iris rossa in campo bianco (e non un giglio come erroneamente si crede). Piero Bargellini, allora assessore alle Belle Arti e Giardini, intuita l’importanza dell’iniziativa, si adoperò fattivamente affinché il Comune la sostenesse e riuscì a far assegnare ai promotori il terreno posto sul lato est del Piazzale Michelangelo, il cosiddetto “Podere dei Bastioni”, dando quindi loro la possibilità concreta di bandire, nel 1954, il primo Concorso Internazionale dell’Iris. Il Giardino, di proprietà del Comune di Firenze, è dato, per la gestione, in concessione alla Società Italiana dell’Iris. Esso è un Orto Botanico ed un bene riconosciuto di interesse dalla competente Soprintendenza ai sensi del Codice dei Beni Culturali ed Ambientali.

Redazione Nove da Firenze