Viola, contro il Toro è già decisiva per capire che squadra sei

foto Alessandro Zani

Domani alle 18 il debutto in campionato della Fiorentina coincide con la prima partita della serie A 2020/2021. L'asticella si è alzata. Iachini: "Punto in alto". L'arbitro Abisso è un "portafortuna". Commisso sul centro sportivo a Bagno a Ripoli: "I lavori non inizieranno oltre il 2 gennaio"


Hai voglia a dire che la squadra è ancora in rodaggio e che le prime partite del campionato non sono così importanti. Fiorentina-Torino, che si giocherà domani sabato 19 settembre alle 18 allo stadio Franchi, sembra tutto fuorché una partita da sbagliare per la squadra di Iachini.

Un po' perché essendo la prima gara del campionato di serie A 2020/2021, ci sarà un pubblico speciale e particolarmente numeroso ad assistere dalle televisioni (si gioca come noto a porte chiuse per l'emergenza Coronavirus) e nessuno vuole fare brutte figure. 

Un po' perché dopo le ultime partite altamente promettenti della passata stagione, la Fiorentina è chiamata a confermarsi nel trend positivo e partire con il piede giusto contro i granata sarebbe una iniezione di fiducia basilare per il prosieguo del campionato. 

Il futuro di Chiesa, di Milenkovic e di altri giocatori è ancora in bilico, potrebbero lasciare Firenze se arriveranno offerte ritenute adeguate. Ma è sicuro che tutti domani daranno il 100% per questa maglia. C'è curiosità per il debutto ufficiale con il numero 10 di Gaetano Castrovilli. Il leader della squadra, Franck Ribery, è dato in ottima forma.

L'arbitro, Rosario Abisso di Palermo, è un portafortuna per la Fiorentina che con il fischietto siciliano ha totalizzato 5 vittorie e un pareggio.

Poco fa durante l'incontro con i giornalisti Beppe Iachini ha detto di stare lavorando "perché la Fiorentina possa arrivare più in alto possibile". L'impressione è che il tecnico viola sia contento della squadra che la società gli ha messo a disposizione (anche se domani mancherà per squalifica il nuovo acquisto più atteso cioè Amrabat) e che voglia provare a regalare subito a Rocco Commisso i tre punti. Il presidente viola ha parlato chiaro: quest'anno vorrebbe arrivare in Europa o vincere la Coppa Italia. L'asticella si è già alzata.

Lo stesso Commisso oggi si è recato a Bagno a Ripoli per un sopralluogo nell'area dove sorgerà il nuovo centro sportivo. "I lavori non inizieranno oltre il 2 gennaio", ha assicurato il presidente viola.

Redazione Nove da Firenze