Vento su Firenze: alberi caduti, danni ma nessun ferito

L’assessore Alessia Bettini: “Grazie a un’azione preventiva abbiamo limitato i disagi”


Sono undici gli alberi caduti in città a causa del forte vento delle ultime ore, che ha toccato punte di 75 chilometri orari: 5 giovani olmi sono stati spezzati dalle raffiche nel giardino della scuola De Filippo e sono stati rimossi, un cedro del libano è caduto alla scuola Calamandrei, un pioppo in viale Guidoni, un cipresso nel parco nella Villa di Rusciano, un altro albero in via del Cavallaccio, uno nel giardino dell’Orticultura e un altro in via Pistoiese. Non si segnalano danni a persone, contenuti i danni a cose.

“Grazie alla nostra azione di monitoraggi periodici e abbattimenti programmati delle piante più pericolose – ha sottolineato l’assessore all’ambiente e protezione civile Alessia Bettini – abbiamo ridotto fortemente i rischi e contenuto i danni. Ricordo che da ieri alle 21 e fino alle 18 è in corso l’allerta arancione per vento, con conseguente chiusura di parchi e giardini pubblici ad accesso regolamentato, dei cimiteri comunali e delle attività all’aperto come il mercato settimanale delle Cascine”. “Fino alla fine dell’allerta – ha continuato – si raccomanda la massima attenzione a frequentare posti all’aperto”.

Oltre agli alberi, protezione civile, polizia municipale e direzione ambiente sono al lavoro dalle prime ore della mattina per rimuovere rami spezzati, oggetti caduti, cornicioni pericolanti, segnali stradali divelti. In totale sono arrivate alcune decine di segnalazioni.

Redazione Nove da Firenze