Vento e temporali: da stasera scatta l'allerta gialla

A Firenze interessati i corsi d'acqua come Ema, Mugnone e Terzolle. Annullata la Fiera dell’Antella


Vento, pioggia e temporali. Da stasera scatteranno varie allerte gialle con conseguente rischio idrogeologico/idraulico nel cosiddetto 'reticolo minore' che riguarda i corsi d'acqua come Ema, Mugnone e Terzolle. Lo segnala il Centro funzionale regionale nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda sia il nostro Comune che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa.  L'allerta gialla per rischio vento forte partirà alle 21 di oggi e si concluderà alle 10 di domani, sabato 3 ottobre. Quella per la pioggia e per il reticolo minore avrà inizio a mezzanotte e terminerà alle 13 di domani.

Alla luce delle condizioni meteorologiche previste per i prossimi giorni, con allerta gialla indicata per la notte tra domenica 4 e lunedì 5 ottobre, l’edizione 2020 della Fiera di Antella è annullata.La decisione dell’amministrazione comunale, presa di concerto con il Centro Intercomunale di Protezione Civile, è motivata dalla volontà di evitare rischi per la sicurezza di visitatori e lavoratori a causa dei previsti temporali.La presenza dei numerosi addetti alla sorveglianza e al controllo dei varchi prevista nel piano di sicurezza della Fiera è infatti messa a rischio dalla necessità delle associazioni di Protezione civile di intervenire, nelle stesse ore e soprattutto nelle ore precedenti quando è prevista una situazione di allerta, nelle zone interessate dal rischio meteorologico.

“A malincuore, ma coscienziosamente dobbiamo rimandare il tradizionale appuntamento con la Fiera al prossimo anno” dichiarano il sindaco Francesco Casini e l’assessora allo sviluppo economico Francesca Cellini. “È una scelta di buon senso dettata dalla volontà di non correre rischi in un’edizione che si sarebbe svolta comunque in forma ridotta a causa delle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria”.

Previsione fino alle 24 di domani

un profondo vortice depressionario centrato sul Golfo di Biscaglia attiva un intenso flusso di correnti meridionali sul Mediterraneo centrale. Tra la sera di oggi, venerdì, e la prima parte della giornata di domani, un sistema frontale interesserà la Toscana; a seguire ancora flusso umido meridionale all'interno del quale sono inseriti vari sistemi perturbati.

PIOGGIA: oggi, venerdì, precipitazioni sparse sul nord ovest, occasionalmente ancora temporalesche più probabili in Lunigiana; isolate precipitazioni altrove. Cumulati medi significativi sulla Lunigiana con massimi non elevati (o solo localmente elevati); cumulati medi fino a significativi anche sul resto del nord-ovest con massimi non elevati.
Domani, sabato, dalle prime ore della notte intensificazione delle precipitazioni a partire dalle zone occidentali con possibilità di temporali anche forti. Dalla tarda mattina condizioni di variabilità con precipitazioni più intermittenti. In serata nuova ripresa delle precipitazioni sulle zone di nord ovest e sul litorale centro settentrionale con precipitazioni localmente temporalesche. Cumulati medi fino a localmente abbondanti sulle zone di nord ovest con massimi elevati, più probabili sui rilievi e sulle province di Massa Carrara e Lucca, altrove cumulati medi significativi con massimi fino a elevati, intensità oraria fino a molto forte.

TEMPORALI: oggi, venerdì, temporali isolati sul nord-ovest, localmente di forte intensità, più probabili in Lunigiana. Domani, sabato, dalle prime ore della notte possibili forti temporali a partire dalle zone occidentali. Possibili forti colpi di vento e grandinate.

VENTO: oggi, venerdì, venti da sud, sud-est con forti raffiche in montagna, sull'Arcipelago, sulle zone costiere e su quelle collinari occidentali della regione. Sabato, in nottata e fino alle prime ore della mattina forti venti di Scirocco ovunque. Nel corso della mattinata tendenza del vento a provenire dai quadranti occidentali e attenuazione.

Redazione Nove da Firenze