Turismo fuori stagione: Grosseto e la Versilia attrattive italiane

Le località marittime italiane spiccano in cima alla classifica delle destinazioni più apprezzate


 Nuovi dati di Gruppo Expedia, la più grande società di viaggi online del mondo, mostrano come il turismo italiano continui a crescere in maniera significativa. Guardando in particolare le zone costiere, Rimini, Grosseto e la Versilia spiccano tra le destinazioni italiane maggiormente apprezzate, nonostante la bassa stagione.

I dati diffusi da Gruppo Expedia riguardano i primi tre mesi dell’anno e rivelano l’amore degli Italiani per la semplicità. Tra le destinazioni che hanno registrato una continua crescita della domanda di anno in anno, Rimini ha registrato un incremento della domanda del 30%* di anno in anno, insieme alla città di Grosseto (quasi il 90% di anno in anno) e l’ampia costa dellaVersilia (attorno al +40%).

Collateralmente, i dati hanno rivelato che anche gli hotel in altre aree d’Italia sono riusciti ad attrarre i viaggiatori al di fuori dei periodi di alta stagionalità. Nell’area settentrionale, le località che si affacciano sul Lago di Garda hanno registrato un picco di crescita attorno al 60% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre tra le regioni meridionali è stata la Basilicata a registrare una crescita oltre il 90% rispetto al 2017.

“Questi dati ci mostrano come Gruppo Expedia si confermi in grado di continuare ad attrarre i viaggiatori verso differenti destinazioni, ma al tempo stesso di riuscire a variegare l’offerta supportando gli albergatori nella richiesta di domanda fuori stagione” ha dichiarato Marco Sprizzi - Director Market Management, Expedia® Lodging Partner Services Italia – “L’importante crescita delle destinazioni italiane minori e delle località balneari dal 2017 al 2018, dimostra anche quest’anno la strategia vincente del Gruppo Expedia in questo senso”

Gruppo Expedia lavora a stretto contatto con gli albergatori italiani, al fine di consentire un miglioramento delle proprie performance, una targhettizzazione delle sue prenotazioni e l’ottimizzazione della propria strategia, facendo leva sullo sviluppo di nuove tecnologie da destinare ai partner, affinché possano usufruirne per far crescere il proprio business.

Gruppo Expedia conduce importanti ricerche sulle modalità di prenotazione dei viaggiatori, così come sull’identificazione dei bisogni dei propri partner. Di pari passo con questa ricerca, l’azienda effettua importanti investimenti: più di 1,3 miliardi di dollari in tecnologia e nella produzione di contenuti durante il 2017, che si sono concretizzati in nuovi strumenti dei brand Expedia, più ulteriori sviluppi dell’Expedia® PartnerCentral (EPC) per gli hotel partner. Ne è un esempio la piattaforma a supporto delle conversazioni online EPC, che consente un dialogo diretto ed un engagement maggiore tra albergatori e ospiti in tutte le fasi del viaggio, e che ha l’obiettivo di dare vita ad un’esperienza personalizzata per gli ospiti, per far sì che gli albergatori possano garantire servizi e comfort su misura per il consumatore. Da quando la piattaforma è stata lanciata nel 2016, sono state registrate più di 6 milioni di conversazioni tra albergatori ed ospiti, con più di 9,8 milioni di messaggi scambiati. Questi dati dimostrano come gli ospiti diano un forte valore alla comunicazione dagli albergatori prima del soggiorno e, soprattutto, come ciò vada a influenzare positivamente l’esperienza.

*I dati si riferiscono alla domanda alberghiera in Italia nel Q1 (gennaio, febbraio, marzo) rispetto allo stesso periodo del 2017

Redazione Nove da Firenze