Tragedia a Marina di Massa: morte due sorelline in un campeggio

Colpite da un albero caduto stamani durante il nubifragio. Avevano 3 e 14 anni ed erano di origine marocchina. Il dolore dell'Italia intera. Conte: "Forte, commosso abbraccio a genitori e familiari". Nardella: "Il cordoglio più profondo mio e di tutti i fiorentini". La situazione nel territorio di Firenze. Annullata la consegna del Pegaso d'Oro in programma domani


Una vacanza che si è trasformata in tragedia: a rimetterci la vita due sorelline di 3 e 14 anni. E' successo a Marina di Massa, in un campeggio, dove una famiglia di origine marocchina residente a Torino aveva deciso di passare alcuni giorni di ferie. Il maltempo che imperversa da alcune ore nel nord della Toscana è stato fatale alle piccole: stamani presto durante un violento nubifragio un pioppo è caduto colpendo in pieno la tenda dove le sorelline stavano dormendo. Illesi i genitori, ferita ma non gravemente un'altra sorella, di 19 anni. Per le vittime invece non c'è stato niente da fare.

La notizia ha profondamente scosso l'Italia intera. Il premier Giuseppe Conte scrive su Twitter: "La tragica scomparsa delle due sorelle che erano in vacanza a Marina di Massa ci addolora profondamente. Una vacanza tramutata in tragedia. Un forte, commosso abbraccio ai genitori e ai loro familiari".

Anche il presidente della Regione Toscana si stringe alla famiglia torinese delle due bambine che hanno tragicamente perso la vita a Marina di Massa.

Tra le attestazioni di dolore e di vicinanza alla famiglia, quella del sindaco di Firenze Dario Nardella: "Notizie così - scrive su Facebook - non se ne vorrebbero sentire mai: è stata una tragedia a Marina di Massa. Il cordoglio più profondo mio e di tutti i fiorentini per le due piccole sorelline che hanno perso la vita. Oggi è un giorno di dolore per l’Italia intera".

E' stata annullata la consegna del Pegaso d'Oro al personale della sanità toscana in programma domani, lunedì 31 agosto, alla luce del tragico evento in cui hanno trovato la morte le due bambine. Nei prossimi giorni sarà definita la nuova data.

Il direttore generale Maria Letizia Casani a nome di tutta l’Azienda USL Toscana nord ovest esprime il proprio cordoglio per la tragica scomparsa delle due sorelline a Marina di Massa e partecipa all'immenso dolore della famiglia e dell'intera comunità. La dottoressa Casani evidenzia che questa tragedia ha lasciato tutti gli operatori dell’Azienda impotenti e sconvolti, a partire ovviamente dal personale sanitario che è intervenuto sul luogo dell'evento e che ha prestato i soccorsi all'arrivo delle bambine all'ospedale Apuane. Tra l’altro gli operatori del turno di notte hanno inizialmente affiancato i colleghi del turno della mattina per portare aiuto in quei delicati frangenti, ma purtroppo nel corso della mattinata è arrivato il triste epilogo con il decesso delle due sorelline.

La perturbazione, caratterizzata da un'elevata fulminazione (i sistemi di monitoraggio hanno registrato in Toscana oltre 30.000 fulmini), che ha interessato il territorio metropolitano di Firenze la scorsa notte ha portato piogge ma con notevoli differenze tra la varie zone: nell'Alto Mugello i cumulati sono stati più abbondanti (Le Croci - Barberino, 66 mm) a differenza della cintura di territorio attorno alla città di Firenze dove sono caduti solo pochi millimetri.

Redazione Nove da Firenze