Tentata rapina: autore noto per violenze, ma non denunciato per paura di ritorsioni

Il racconto dei militari dell'Arma


I Carabinieri della Stazione di Empoli hanno arrestato un 49enne abruzzese, che i militari stessi definiscono "noto alle forze dell’ordine", per tentata rapina, minacce e porto abusivo di arma.

I militari descrivono così l'uomo "già conosciuto nella città per numerosi episodi di minacce e violenze, molte delle quali non denunciate dalla popolazione per timore di eventuali ritorsioni".

L’uomo, residente ad Empoli, risulta senza fissa dimora. "All’inizio del mese di marzo - raccontano i carabinieri - si era recato all'interno del circolo della frazione Avane e, dopo essersi intrattenuto qualche minuto nel locale, aveva improvvisamente estratto una pistola, mai rinvenuta, e minacciato il gestore richiedendo l’incasso della giornata". 

"Al rifiuto dello stesso - prosegue la ricostruzione - aveva desistito ma si era avventato su un cliente, disabile, minacciandolo con l’arma senza alcun motivo, prima di allontanarsi. Il tutto è stato ripreso dalle telecamere che hanno permesso di ricostruire i fatti ed identificare con certezza l’autore".

L'uomo è stato rintracciato ieri nel centro storico di Empoli ed è stato arrestato dai carabinieri che, dopo gli atti di rito, lo hanno tradotto presso il carcere di Sollicciano a disposizione del GIP Dott.ssa Sara Farini che ha emesso la misura cautelare su richiesta del Pubblico Ministero Dott.ssa Alessandra Falcone.

Redazione Nove da Firenze