Rubrica — Spettacolo

Teatro, trampolieri, clown e merenda gratis in piazza D'Azeglio

Venerdì 21 alle 17 l'iniziativa a cura della Fondazione Olivetti Rason nata per ricordare Olivia attraverso il sorriso dei più piccoli. Performance della Compagnia delle Seggiole


Uno spettacolo a “misura di bambino” della storica Compagnia delle Seggiole in piazza, gratuitamente, per tutti. E poi le animazioni del gruppo La Lepre Pazza, con trampolieri e clown. È la proposta che rinnova anche quest’anno, il 21 giugno, l’appuntamento con la Fondazione Olivetti Rason, nata per ricordare Ginevra attraverso il sorriso dei più piccoli. Venerdì 21 giugno, dalle 17, i bambini di tutte le età saranno i benvenuti nei giardini di piazza d’Azeglio a Firenze, dove intrattenimento e divertimento dedicati a loro saranno offerti dalla Fondazione a tutte le famiglie della città che avranno voglia di divertirsi insieme. 

In piazza offerti anche i pop corn, il gelato e lo zucchero filato per una merenda in allegria.
Lo spettacolo scelto è “Pinocchio non c’è”, una rivisitazione del celebre racconto di Collodi.
L’animazione prima e dopo lo spettacolo è affidata all’associazione culturale La Lepre Pazza, da vent’anni sulla scena cittadina con attività di clown e intrattenimento. Anche in questa occasione, gli animatori e i professionisti dell’associazione proporranno attività divertenti a cornice della rappresentazione.
La data dell’iniziativa è legata al compleanno di Ginevra Olivetti Rason, scomparsa troppo presto e ricordata dai familiari tramite l’associazione che porta il suo nome e le numerose attività che sostiene in favore dei più piccoli.
“Siamo molto felici di tornare in questa splendida piazza con l’associazione per una nuova iniziativa dedicata ai bambini” commenta l’avvocato Pier Ettore Olivetti Rason, vicepresidente del Cda. “La Fondazione è nata con lo scopo di supportare e promuovere iniziative culturali, di ricerca scientifica e formazione, soprattutto se legate al mondo dei bambini. Negli anni abbiamo sostenuto numerose iniziative, spesso a partire proprio da questa bella piazza, che mia sorella amava molto e dove ha giocato a lungo da piccola. Ci piace ricordare il giorno della sua nascita in questo modo”.
"É ormai una bella tradizione per la città - ha dichiarato la vicesindaca Cristina Giachi - ricordando il compleanno di Ginevra si fa una festa per i bambini: un modo per sottolineare come su un fatto tragico e doloroso si possa scrivere una parola di bellezza e di festa. Sono molto grata alla sua famiglia che da anni regala alla piazza non solo questo evento ma anche tante attenzioni come le nuove panchine e la sistemazione della fontana. E perché, con generosità, ha fatto diventare una vicenda dolorosa personale un elemento di civicità e di condivisione con la comunità”.
La Fondazione Ginevra Olivetti Rason è un ente no profit fondato nel 2013 per ricordare la scomparsa per arresto cardiaco della giovane, avvenuta due anni prima. Tra le iniziative sostenute negli anni passati si ricordano la riqualificazione di Piazza d'Azeglio con la fornitura di 50 panchine, il restauro della fontana con ricollocazione di una antica statua dell'ibis, il sostegno a favore dell’Associazione Ricerche Cardiopatiche Aritmiche – A. R.C.A., la donazione ai bambini dell’Azienda Ospedaliero Universitaria “Meyer” del libro per l’infanzia “Nina va a Londra-Nina goes to London” di Ginevra Bichi Ruspoli ed. Mandragora, borse di studio, la sponsorizzazione di un congresso medico mondiale, il restauro della Chiesa di Nostra Signora del Sacro Cuore (dove è stata dedicata una cappellina alla perenne memoria di Ginevra), i concerti del coro del Melograno e naturalmente le feste in piazza aperte a tutti i bambini della città.

Redazione Nove da Firenze