Superbike, a Misano vince Rea e si avvicina a Bautista

Fotografie di Marco Savino

Campionato mondiale SBK 2019 riaperto dopo la vittoria di Jonathan Rea al Misano World Circuit Marco Simoncelli per il 7° round stagionale


Il week end al Misano World Circuit Marco Simoncelli il settimo round del Campionato mondiale Superbike 2019 regala una gara 1 bagnata il sabato con interruzioni e ritardi e la domenica una Superpole e gara 2 baciate dal sole per la gioia del pubblico intervenuto.

Gara 1

Sabato giornata difficile con gara 1 prima rimandata di alcuni minuti e poi interrotta a causa della pioggia torrenziale caduta al termine del giro di ricognizione. Partenza ritardata. Dopo alcuni minuti si prova con la seconda partenza, ma al terzo giro un nuovo forte scroscio fa interrompere la gara ad appena tre giri. La terza partenza, che ha portato a 18 i giri rispetto ai 21 previsti, è quella buona, anche se la gara si presenta difficile a causa delle avverse condizioni meteo.

Ciononostante il britannico quattro volte campione del mondo Jonathan Rea su Kawasaki ZX-10RR si porta a casa la terza vittoria stagionale, dopo la clamorosa caduta del connazionale Alex Lowes su Yamaha YZF R1 fino a quel momento in testa alla gara. Secondo posto per Tom Sykes primo podio per lui sulla Bmw Motorrad S1000 RR, terzo posto per Alvaro Bautista sulla Ducati Panigale V4 R. Quarta piazza per Loris Baz che dimostra le sue ottime doti di guida sulla pioggia in sella alla Yamaha YZF R1 del Team Ten Kate. Quinto Chaz Davies (Ducati Panigale V4 R), sesto Marco Melandri (Yamaha YZF R1), settimo Sandro Cortese (Yamaha YZF R1), ottavo Yuki Takahashi (Honda CBR1000 RR) e nono Lorenzo Zanetti su Ducati Panigale V4 R. L'altro italiano Alessandro Delbianco su Honda CBR1000 RR che fino a cinque giri dalla fine era in settima posizione arriva poi undicesimo a causa di un calo di prestazione.

Superpole

Nella Superpole race della domenica mattina il protagonista è Alvaro Bautista, il quale grazie al suo passo portentoso conquista la quattordicesima vittoria di stagione. Secondo posto per Alex Lowes su Yamaha YZF R1 (ritiratosi in gara 1 per una caduta) e terzo Leon Haslam su Kawasaki ZX-10RR, piazzamenti arrivati anche grazie alle cadute di Jonathan Rea e Sandro Cortese e al problema al motore di Tom Sykes. Quarta piazza per Toprak Razgatlioglu (Kawasaki ZX-10RR) e quinto Rea proprio a causa della scivolata alla curva del Tramonto in cerca del passo forsennato di Bautista.

Marco Melandri partito dalla 19ª posizione a causa della penalità dovuta all’incidente alla scorsa tappa di Jerez con Chaz Davies riesce a risalire fino alla sesta posizione. Settimo e ottavo rispettivamente Michael Ruben Rinaldi e Michele Pirro del team Barni su Ducati; Leandro Mercado (Kawasaki ZX-10RR) nono e decimo Lorenzo Zanetti. Alessandro Delbianco e Samuele Cavalieri sono invece caduti entrambi.

Gara 2

In gara 2 consueta partenza di gran foga per Alvaro Bautista su Ducati Panigale V4 R che purtroppo al secondo giro scivola chiudendo la gara al 14° posto, ma di fatto riaprendo il campionato con Jonathan Rea vittorioso che ha ridotto lo svantaggio accumulato nella prima parte di stagione a soli 16 punti. Da sottolineare come la vittoria di Rea sia arrivata dopo una dura lotta con Toprak Razgatlioglu su Kawasaki ZX-10RR davanti per molti giri. Terza piazza per Leon Haslam sempre su Kawasaki ZX-10RR, quarto Sam Lowes con la Yamaha YZF R1, quinto Michael Ruben Rinaldi (Ducati Panigale V4 R), e sesto Tom Sykes (Bmw S1000 RR). Chaz Davies (Ducati Panigale V4 R) solo settimo davanti a Michele Pirro ottavo (Ducati Panigale V4 R), nono Lorenzo Zanetti (Ducati Panigale V4 R) e decimo Jordi Torres (Kawasaki ZX-10RR). Marco Melandri su Yamaha YZF R1 arriva sedicesimo a causa di una caduta.

Prossima tappa al circuito di Donington Park il 5, 6 e 7 luglio per l’ottavo round stagionale.

Stefania Guernieri