Rubrica — Editoria Toscana

Storie di ordinaria periferia

Prefazione di Lorenzo Cherubini Jovanotti, Simone Cristicchi e Concita de Gregorio per il libro di Enzo Brogi


Il libro di Enzo Brogi “ Altre dimensioni” edito dalle Edizioni Clichy ed acquistabile al prezzo 15 euro, è in realtà un viaggio nelle “periferie della nostra socialità”. Enzo Brogi rompe qualche tabù nell'ordinario lavoro istituzionale e racconta le storie delle sue battaglie con una raccolta di scritti ospitati sulla stampa. L'autore è il proponente della prima legge regionale approvata in Italia per l'uso terapeutico della cannabis e di quella contro il gioco d'azzardo patologico. Da anni denuncia la situazione inaccettabile delle carceri italiane, un mondo a cui si avvicina grazie anche al suo legame con Adriano Sofri, e si spinge su temi come quelli del complicato rapporto fra disabilità e bisogno di sessualità. Riflessioni che nascono quasi sempre da incontri con persone e luoghi, dalla voglia di allargare spazi in cui troppo spesso vengono confinati diritti e destini. Un esercizio di umanità che parte, forse, proprio dal mettere in discussione il pregiudizio verso ciò che di frequente è tenuto lontano dal centro.

Il libro scritto con un linguaggio chiaro e lineare risponde a modo suo, alle domande” Cosa significa oggi fare politica e “Cosa significa essere di sinistra? Domande che a detta di molti non abbia più senso. Ma non è così.

Infatti l’autore del libro è un Consigliere regionale, un amministratore, un attore, è proprio una persona che non ha smesso di guardare al mondo da un punto di vista scomodo, il meno facile o scontato.

Ha rinunciato cioè al disincanto, al cinismo, all’apatia in favore dell’impegno e lui ha cercato di impegnarsi con impegno nella politica come si evince leggendo i suoi articoli che sono interessanti e vanno letti con attenzione per comprenderne il significato.

Nelle sue parole, si può leggere gli occhi di chi ha incontrato senza voltare il suo mostrando una certa sensibilità per i problemi della gente dalla persona che gli chiede una soluzione al proprio problema nella speranza di riuscire nell’intento.

Inoltre da un attenta lettura del libro nel suo complesso emerge che Brogi non è un ideologo, è un uomo di azione un acton hero di una sinistra toscana che può essere definita “sana” della quale andare contenti a testa alta.

Biagio Gugliotta

Redazione Nove da Firenze