Rubrica — Agroalimentare

Stagionali: domanda e offerta di lavoro si incontrano sul web

Tutorial Idolweb Imprese

Per mettere in contatto lavoratori e aziende la Regione Toscana presenta il portale Idolweb e Cia lancia la piattaforma di intermediazione “Lavora con agricoltori italiani”


La mancanza di manodopera nei campi è un problema serio, perché mancano 22 mila persone solo in Toscana. Sarà il portale Idolweb lo strumento regionale attraverso il quale la domanda e l’offerta di lavoro stagionale – anche quello agricolo - potranno incontrarsi.

Idolweb è uno strumento già in funzione, semplice da utilizzare, nato per aiutare le aziende a trovare la manodopera di cui hanno bisogno”, spiega l’assessore regionale al lavoro Cristina Grieco. “Ed attraverso la piattaforma Idolweb, che collega la Regione Toscana, i 53 Centri per l’impiego e l’Agenzia regionale toscana per l’impiego ARTI, anche le imprese agricole potranno cercare e trovare i lavoratori stagionali di cui necessitano per le operazioni di potatura e raccolta, risolvendo così una criticità che preoccupa molti imprenditori del settore secondo quanto è stato riportato a me ed all’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi in alcune videoconferenze avute nei giorni scorsi”.

Registrandosi sul portale Idolweb dell’area per la quale si è interessati, le aziende potranno inserire le loro richieste di personale stagionale ed inviare telematicamente l’offerta ai Centri per l’impiego, che a quel punto incroceranno l’offerta con le richieste di lavoro e le candidature di disoccupati, cassaintegrati e inattivi.

“L’esperienza di Idolweb – aggiunge Grieco – è iniziata nel 2016, quando la Toscana ha anticipato la legge nazionale siglando con le parti sociali, Inps, Ispettorato e Inail un protocollo sperimentale contro il capolarato e lo sfruttamento del lavorativo promosso dall’assessorato al lavoro e quello all'agricoltura. Idolweb rappresenta uno strumento concreto, già operativo in Toscana, per rispondere ad una situazione straordinaria ed emergenziale, soprattutto a fronte di picchi di richiesta di manodopera estremamente concentrati”.

Come funziona il servizio
Per accedere ad Idolweb è necessario registrarsi e ottenere le credenziali di accesso. Una volta effettuata la registrazione, aziende e lavoratori accedono a una propria “area riservata: le aziende inseriscono le loro offerte di lavoro, indicando le proprie esigenze e definendo i profili lavorativi richiesti, tipo di attività, durata dell’impiego, ecc., mentre gli aspiranti lavoratori visualizzano gli annunci delle aziende e possono candidarsi direttamente on line.
L'annuncio di lavoro sarà visibile. Chi cerca lavoro, se in possesso dei requisiti richiesti dalle aziende, si potrà candidare per tutte le offerte pubblicate sul portale e le aziende potranno consultare la lista delle candidature disponibili e rivolgersi ai Centri per l’impiego per ricevere i curricula.

Manodopera nei campi con la CIA

Anche Cia Agricoltori Italiani lancia “Lavora con agricoltori Italiani”, una piattaforma di intermediazione per mettere in contatto, in tutte le province, aziende agricole e lavoratori. Il portale, riconosciuto dal Ministero del Lavoro, consente a chi cerca occupazione di entrare in contatto direttamente con le aziende della propria provincia, e alle imprese di intercettare velocemente i candidati con la massima trasparenza e legalità, sottolinea Cia Toscana. Utilizzare il sito è molto semplice: le aziende inseriscono la propria offerta di lavoro, indicando le caratteristiche professionali richieste, le mansioni da svolgere, luoghi e tempi, mentre il lavoratore dichiara semplicemente la propria disponibilità.

“In attesa di una soluzione efficace all’emergenza lavoro dall'Esecutivo, proviamo a dare delle risposte alle aziende agricole e ai cittadini che hanno dato la propria disponibilità a lavorare nei campi – spiega il presidente di Cia Agricoltori Italiani della Toscana, Luca Brunelli -. La mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni in tutti noi, senza interventi concreti come i voucher per l’utilizzo di cassaintegrati e pensionati, o una sanatoria per i lavoratori immigrati rischiamo seriamente di abbandonare nei campi tonnellate di frutta e verdura di stagione necessarie per rifornire gli scaffali dei supermercati”.

Redazione Nove da Firenze